Alfonso Ferrara, poliziotto in pensione, spegne 104 candeline. Gli auguri di familiari e colleghi

0
1.520 Visite

Sono 104 le candeline per Alfonso Ferrara, ex poliziotto in servizio a Napoli, arruolatosi nel 1947 e andato in pensione il 2 ottobre del 1974. Il nonnino, stimato poliziotto all’ombra del Vesuvio, ha festeggiato l’importante traguardo insieme ai figli Enzo, ex dipendente del Comune di Caserta, oggi in Caserta, che si è sempre preso cura dei genitori e Donato, imprenditore affermato che vive a Marsiglia e alla moglie, sua compagna di vita, Ermegilda Di Giacomo, 94 anni. Una festa speciale per una carriera brillante: Ferrara ha svolto servizio in polizia in diversi reparti, prima il Corso a Nettuno, poi a Roma 4 mesi presso il Nucleo del Ministero degli Interni, successivamente alla Scuola di Polizia di Caserta, infine alla Questura di Napoli al Nucleo Celere (oggi IV Reparto Mobile), dal 1961 al 1974. Una trentina tra nipoti e pronipoti si sono ritrovati per festeggiare il super nonno che ha raccolto sempre tanta stima nel corso del suo servizio al fianco dei cittadini. Tra i nipoti, Andrea Ferrara, il sovrintendente capo coordinatore della Squadra Mobile della sezione Falchi, da qualche giorno in pensione. A fare da scenario ai festeggiamenti Palazzo Paternò, una sala ricevimenti allestita in uno storico palazzo del ‘700, nel centro di Caserta. Sempre a Caserta vive Alfonso Ferrara che, al compimento dei cento anni, fu anche intervistato dalla Rai, un’occasione per ripercorrere la sua carriera, la sua passione per il lavoro di poliziotto e condividere con un messaggio, all’insegna della positività e della speranza, il traguardo appena tagliato.

Angelo Covino

© Copyright redazione, Riproduzione Riservata. Scritto per: TERRANOSTRA | NEWS
  • Fascinated
  • Happy
  • Sad
  • Angry
  • Bored
  • Afraid

Commenti

ads03