UCRAINA, MOSCA CONVOCA AMBASCIATORE ITALIANO. BOMBARDAMENTI SU DONESTK

0
825 Visite

11.34 Ucraina, Bruxelles approva un miliardo e 200milioni di euro come aiuti all’Italia per l’agricoltura
La Commissione europea ha approvato il regime italiano da 1,2 miliardi di euro a sostegno dei settori dell’agricoltura, della silvicoltura, della pesca e dell’acquacoltura nel contesto dell’invasione russa dell’Ucraina.

11.32 Ucraina, il sindaco di Mariupol annuncia la distruzione della sinagoga
A Mariupol assediata gli invasori russi hanno distrutto una sinagoga. Lo ha annunciato su Telegram il consigliere del sindaco di Mariupol Petro Andryushchenko, come riferisce Ukrinform. “I russi stanno distruggendo tutto sul loro cammino e hanno già superato i nazisti per numero di crimini di guerra. Come i tedeschi durante la seconda guerra mondiale, stanno distruggendo gli edifici della comunità ebraica. A Mariupol, l’esercito russo ha distrutto l’edificio della ‘vecchia sinagoga’ e il centro comunitario. Veri barbari di oggi!”, scrisse Andryushchenko.

11.30 Kiev, 28 bombardamenti sul Donetsk, un morto e bimbi feriti
La regione di Donetsk è stata colpita da 28 bombardamenti russi nelle ultime 24 ore, che hanno causato un morto e diversi feriti, tra cui bambini. Lo riferisce la polizia ucraina su Facebook. I russi “hanno sparato su 12 insediamenti. Tra i feriti ci sono tre bambini. 52 strutture civili sono state distrutte: abitazioni, 3 scuole, fabbriche, una fattoria e infrastrutture critiche”, scrive la polizia. “Hanno sparato sui civili da aerei, carri armati, artiglieria pesante e sistemi missilistici”, aggiunge. Bakhmut è la località più colpita, con “un edificio di 5 piani distrutto, un uomo morto e un bimbo di 9 anni gravemente ferito”.

11.20 Israele invia 2000 caschi e 500 corpetti all’Ucraina
Israele oggi ha inviato in Ucraina 2000 caschi protettivi e 500 corpetti. Lo ha reso noto il ministero della difesa israeliano precisando che – su istruzione del ministro Benny Gantz – questi aiuti sono destinati ad “organizzazioni civili e di emergenza in Ucraina”, ossia non alle forze armate.
Ieri l’ambasciatore di Israele in Ucraina Michael Brodsky è tornato a Kyev, assieme con funzionari del ministero degli esteri, per valutare la possibilità di riattivare l’ambasciata, che a causa della guerra è rimasta chiusa dal 21 febbraio.

11.00 Mosca convoca l’ambasciatore italiano a Mosca
Il Ministero degli Esteri russo per le 15 (ore 14 ora italiana) ha convocato a colloquio l’ambasciatore italiano a Mosca, Giorgio Starace. Secondo fonti di stampa russe è possibile che vengano comunicate all’ambasciatore misure disciplinari ed eventuali espulsioni di personale diplomatico italiano.

La convocazione del diplomatico italiano segue quella dell’ambasciatore spagnolo Marcos Gómez Martínez. Il 5 aprile scorso l’Italia aveva espulso 30 diplomatici russi. Sempre ad inizio aprile Madrid ne aveva allontanati 25 diplomatici dalla Spagna, considerati “una minaccia per la sicurezza nazionale”, come segnale di rifiuto dell’invasione militare russa dell’Ucraina.

Giorgio Starace, ambasciatore italiano a Mosca

06.55 premier Moldavia, qualcuno vuole trascinarci in una guerra indesiderata

Le “esplosioni misteriose” avvenute in Transnistria, di cui si accusano a vicenda russi e ucraini, “sono incidenti causati da parti interessate che cercano di destabilizzarci e trascinarci in una guerra indesiderata. Sono attacchi mascherati per creare panico e insicurezza”. Lo ha detto la premier della Moldavia Natalia Gavrilita, in un’intervista al Corriere della Sera. “Monitoriamo da vicino la situazione e ci stiamo preparando a scenari diversi. Non abbiamo un controllo effettivo sulla Transnistria, che da 30 anni è guidata dai separatisti sostenuti dalla Russia, e quindi non riusciamo a condurre un’indagine seria su quello che è successo”, ha spiegato la premier, sottolineando poi che “dall’inizio del conflitto il livello d’ansia è molto aumentato. Tanti cittadini sentono le bombe che cadono su Odessa, Vinnytsia o Zhmerynka. Siamo determinati a fare il possibile per mantenere la calma e non permettere a terzi di rompere il nostro equilibrio”. “Non abbiamo ricevuto informazioni credibili su movimenti di truppe russe o ucraine sul nostro territorio. Sappiamo che esiste il rischio che questa guerra si intensifichi proprio qui da noi, ma per ora sembra un pericolo lontano”, ha affermato la premier Gavrilita. Riguardo alla richiesta di adesione di Svezia e Finlandia alla Nato, la premier ha affermato che Chisinau vuole invece rimanere neutrale. “La neutralità della Moldavia è sancita dalla costituzione ed è ampiamente sostenuta dalla popolazione”, ha affermato.

03.58 A Kiev si apre il primo processo per crimini di guerra

iniziato oggi a Kiev il primo processo per crimini di guerra dall’invasione dell’Ucraina da parte di Mosca. Imputato un soldato russo accusato di avere ucciso un civile disarmato. Il processo, che dovrebbe essere seguito da molti altri, metterà alla prova il sistema giudiziario ucraino in un momento in cui anche le istituzioni internazionali stanno conducendo le proprie indagini sugli abusi commessi dalle forze russe. Vadim Shishimarin, 21 anni, comparirà al tribunale distrettuale di Solomyansky di Kiev per la morte di un uomo di 62 anni nel nord-est dell’Ucraina il 28 febbraio. Accusato di crimini di guerra e omicidio premeditato, il soldato di Irkutsk in Siberia rischia l’ergastolo. “Capisce di cosa è accusato”, ha detto all’Afp il suo avvocato Viktor Ovsiannikov, senza rivelare il caso per la difesa. Le autorità ucraine affermano che sta collaborando con gli investigatori e ammettendo i fatti dell’incidente avvenuto appena quattro giorni dopo l’inizio dell’invasione russa. I pubblici ministeri hanno detto che Shishimarin era al comando di un’unità in una divisione di carri armati quando il suo convoglio è stato attaccato. Lui e altri quattro soldati hanno rubato un’auto e, mentre stavano viaggiando vicino al villaggio di Shupakhivka nella regione di Sumy, hanno incontrato un uomo di 62 anni in bicicletta. “Uno dei soldati ha ordinato all’imputato di uccidere il civile in modo che non lo denunciasse”, ha detto l’ufficio del pubblico ministero. Shishimarin ha quindi sparato con un fucile d’assalto Kalashnikov dal finestrino del veicolo e “l’uomo è morto sul colpo, a poche decine di metri da casa sua”, hanno aggiunto in una nota.

01.50 Oms, 226 attacchi a strutture sanitarie, almeno 75 morti

L’Organizzazione mondiale della sanità ha registrato 226 attacchi alle strutture sanitarie ucraine dall’inizio della guerra totale della Russia. Il direttore regionale dell’Oms, Hans Kluge, ha affermato secondo Kyiv Indipendent che il totale ammonta a “quasi tre attacchi al giorno dal 24 febbraio” che hanno provocato almeno 75 morti e altri 59 feriti.

01.05 Zelensky, Russia continua raid ma senza successo

Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha affermato che martedì è iniziato con una combinazione di attacchi russi, con le truppe di Mosca che hanno lanciato missili nella regione occidentale di Leopoli e nelle regioni di Sumy e Chernihiv nel nord-est, effettuandto attacchi aerei nella regione orientale di Luhansk. Le regioni di confine dell’Ucraina, ha aggiunto, hanno visto “attività di sabotaggio” russe. “Tutto questo non sta solo creando tensione per il nostro stato, non è solo una prova della nostra forza”, ha detto Zelensky nel suo discorso notturno. “Questo è una specie di tentativo di risarcire l’esercito russo per una serie di fallimenti nell’est e nel sud del nostro paese”, ha detto.

 

© Copyright redazione, Riproduzione Riservata. Scritto per: TERRANOSTRA | NEWS
  • Fascinated
  • Happy
  • Sad
  • Angry
  • Bored
  • Afraid

Commenti

ads03