AFGHANISTAN, UCCISO AL ZAWAHIRI, NUMERO UNO DI AL QAEDA DALLA MORTE DI BIN LADEN

0
526 Visite

Alle 6,30 di domenica 31 luglio, un drone sorvola una casa di Kabul in Afghanistan. È lì che si nasconde Ayman Al-Zawahiri il numero uno di Al-Qaeda dopo l’uccisione di Osama bin Laden. Da una base americana gli specialisti della Cia manovrano il velivolo e lo dirigono verso il bersaglio. Un lampo e Al-Zawahiri è colpito a morte. Il presidente Joe Biden lo ha annunciato ieri sera agli americani con queste parole: «Giustizia è fatta . Ho autorizzato l’operazione, pianificata per sei mesi, per togliere dal campo di battaglia uno dei più pericolosi nemici del popolo americano. E ho un messaggio per tutti i terroristi. Non importa dove vi nascondiate, noi vi troveremo e vi elimineremo». Per il presidente americano è indubbiamente un successo importante, solo un gradino inferiore all’incursione che nel maggio del 2011, con Barack Obama alla presidenza e lo stesso Biden alla vice presidenza, uccise Bin Laden ad Abbottabad in Pakistan.

© Copyright redazione, Riproduzione Riservata. Scritto per: TERRANOSTRA | NEWS
  • Fascinated
  • Happy
  • Sad
  • Angry
  • Bored
  • Afraid

Commenti

ads03