Riaperture, Draghi in conferenza: “Precedenza a scuole ed attività all’aperto”

0
474 Visite

“Possiamo guardare al futuro con fiducia. Si anticipa al 26 aprile la zona gialla e si introducono cambiamenti rispetto al passato e si da precedenza alle attività all’aperto. Aprono tutte le scuole. Abbiamo preso un rischio ponderato per la nostra vita. Gli spostamenti saranno consentite tra Regioni gialle”, dice Draghi.

Dal 26 aprile si torna alle zone gialle, con un “giallo rafforzato” e la riaperture di tutte le attività di ristorazione, sport e spettacolo nelle aree a basso contagio da Covid, ma solo all’aperto.

Quindi riapriranno i ristoranti anche la sera ma solo all’aperto. Riapertura in presenza tutte le scuole anche le superiori, tranne che nelle zone rosse e tornare in presenza anche le università. Dovrebbe restare in vigore il coprifuoco alle 22.  Nella stessa data i teatri, cinema e spettacoli dovrebbero tornare a essere consentiti all’aperto. Al chiuso gli spettacoli potrebbero essere consentiti con i limiti di capienza fissati per le sale dai protocolli anti contagio.

Dovrebbero poi essere consentiti gli sport all’aperto, mentre gli stabilimenti balneari e le piscine all’aperto dovrebbero riaprire il 15 maggio e il primo giugno dovrebbero riaprire al chiuso anche le palestre. E’ quanto si apprende da fonti di governo, all’esito della cabina di regia sul Covid di questa mattina. “Dal 26 aprile ripristiniamo le zone gialle. Poi c’è la road map. L’idea dal 15 maggio riapriranno le piscine all’aperto, dal 1 giugno palestre, 1 luglio riprenderanno le fiere”, ha detto Speranza.

© Copyright redazione, Riproduzione Riservata. Scritto per: TERRANOSTRA | NEWS
  • Fascinated
  • Happy
  • Sad
  • Angry
  • Bored
  • Afraid

Commenti

ads03