Pozzuoli, il dna incastra ladro-rapinatore. I carabinieri lo arrestano come autore di una rapina a market e di un furto al Comune

0
215 Visite

I carabinieri del nucleo operativo e radiomobile di Pozzuoli hanno dato esecuzione a un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal gip di napoli su richiesta della locale procura a carico di Reazione Umberto, 28 anni, ritenuto responsabile di una rapina e di un furto.

I militari dell’arma l’hanno identificato grazie a comparazione di materiale biologico rilevato durante i sopralluoghi dai cc della sezione investigazioni scientifiche di napoli in un casco e in un mozzicone di sigaretta, tracce biologiche che grazie a comparazione effettettuata dal ris di roma hanno dato un nome e cognome al rapinatore/ladro.
si trattava di una rapina a mano armata consumata il 17 settembre 2014 in un minimarket di pozzuoli in via marco aurelio, durante la quale, con la minaccia di una pistola e dopo aver immobilizzato la cassiera reazione si era impossessato di 200 euro. poi alla reazione del proprietario accorso in difesa della cassiera, gli aveva lanciato in faccia il suo casco.

E’ altresì emerso il coinvolgimento di reazione nel furto di 7 personal computer, 8 monitor e vario materiale informatico, reato consumato mediante l’effrazione di una porta finestra dagli uffici della casa comunale di pozzuoli, furto che era stato perpetrato il 19 settembre 2014. A “fregare” Reazione, in questo caso, è stato un mozzicone di sigaretta lasciato sul pavimento.
il provvedimento restrittivo è stato notificato nel centro penitenziario di secondigliano ove l’uomo era rinchiuso per altro reato.

© Copyright Redazione, Riproduzione Riservata. Scritto per: TERRANOSTRA | NEWS
  • Fascinated
  • Happy
  • Sad
  • Angry
  • Bored
  • Afraid

Commenti

ads03