Alla scuola Siani di Mugnano una storia da libro Cuore. I piccoli, dai tre ai cinque, diventano le “ali” di Chiara, affetta da un grave deficit psicomotorio

0
883 Visite

Sono diventati le «ali» della piccola Camilla (nome di fantasia) i bambini della scuola dell’infanzia Giancarlo Siani di Mugnano. Hanno fra i tre e i cinque anni, eppure hanno subito compreso che la loro compagna di classe era una bambina con bisogni «speciali». E così, dall’inizio dell’anno scolastico, fanno a gara per sostenerla, renderla partecipe dei loro giochi, facendo attenzione a evitare rumori molesti: quelli che potrebbero arrecare seri disturbi alla piccola, costretta a fare i conti con una complessa e irreversibile patologia di carattere psicomotorio. La presenza di Camilla in classe richiedeva, insomma, un clima costruito su misura per lei, che fosse caratterizzato da un ambiente non rumoroso ma allo stesso tempo che fosse empatico e coinvolgente sotto il profilo affettivo. Le maestre, nelle settimane precedenti il suo inserimento nel gruppo dei compagni, hanno elaborato così un vero e proprio «protocollo d’azione», strutturato attraverso l’insegnamento ai bambini delle pratiche necessarie al buon esito dell’accoglienza.

Fonte Il Mattino

© Copyright redazione, Riproduzione Riservata. Scritto per: TERRANOSTRA | NEWS
  • Fascinated
  • Happy
  • Sad
  • Angry
  • Bored
  • Afraid

Commenti