Scuola, rientro in classe con pochi insegnanti: centinaia di cattedre scoperte

0
772 Visite

“Mancano migliaia di insegnanti per coprire le cattedre delle scuole. Pur sapendo che entro la fine di agosto dovrebbero essere immessi in ruolo i vincitori del concorso, noi temiamo che, ciononostante, molte cattedre rimarranno scoperte. Per cui si dovrà ricorrere alle graduatorie provinciali». A lanciare l’allarme è il presidente dell’Associazione Nazionale Presidi Mario Rusconi. «Nell’ipotesi in cui si dovrà far ricorso alle Gps (Graduatorie provinciali per le supplenze) – prosegue Rusconi auspichiamo che non accada quello che è successo negli scorsi anni, anche nell’ultimo, quando i docenti mandati dall’Ufficio scolastico regionale si sono presentati a scuola tra gennaio e febbraio».

Il motivo per il quale mancano gli insegnanti? «Perché i concorsi, troppo diradati nel tempo, non riescono a selezionare i docenti richiesti», spiega il leader del sindacato che riunisce capi di istituto e alte professionalità della scuola. Intanto, le scuole si preparano ad accogliere in futuro la novità del cosiddetto «mobility manager». Con l’emendamento di Gabriella Di Girolamo del MoVimento Cinque Stelle, già approvato al Senato, infatti, saranno realtà le linee guida su questa figura- già introdotta dalla legge 221 del 28 dicembre 2015 – che dovranno essere adottate da Viale Trastevere.

 

© Copyright redazione, Riproduzione Riservata. Scritto per: TERRANOSTRA | NEWS
  • Fascinated
  • Happy
  • Sad
  • Angry
  • Bored
  • Afraid

Commenti

ads03