Marano, la Cassazione respinge ricorso di Bertini: confermato il concorso esterno in associazione mafiosa

0
1.708 Visite

I giudici della Corte di Cassazione hanno respinto il ricorso presentato dai legali dell’ex sindaco di Marano Mauro Bertini, agli arresti domiciliari dal febbraio di un anno fa. Confermato, dunque, il capo d’accusa ipotizzato dai magistrati della Direzione distrettuale antimafia di Napoli: concorso esterno in associazione mafiosa. Bertini, assieme al palazzinaro Angelo Simeoli, anch’egli ai domiciliari, deve rispondere anche dell’accusa di corruzione aggravata in concorso tesa a favorire il clan Polverino. Nel medesimo processo (oggi si è celebrata una nuova udienza) sono imputati (per corruzione) anche gli imprenditori Aniello e Raffaele Cesaro, fratelli del parlamentare forzista Luigi.

© Copyright redazione, Riproduzione Riservata. Scritto per: TERRANOSTRA | NEWS
  • Fascinated
  • Happy
  • Sad
  • Angry
  • Bored
  • Afraid

Commenti

ads03