Elezioni comunali, con le dimissioni di Zingaretti tramonta anche il progetto di Topo e Caso?

0
1.358 Visite

Se le dimissioni annunciate dal segretario nazionale Nicola Zingaretti non sono un bluff (nel Pd non sono rari), le conseguenze politiche si vedranno anche sui territori. In tante realtà, a partire dalla provincia di Napoli, dove da un po’ di tempo gli “zingarettiani” più o meno convinti sognano di proporre e perseguire nel cosiddetto modello Pomigliano, quello che prevede alleanze stabili (alle comunali) tra Pd e M5s. Nell’area giuglianese il disegno è perseguito da mesi da Lello Topo, ex sindaco di Villaricca che puntò su Rosaria Punzo (oggi alla guida della città ma su cui incombe uno scioglimento per mafia), Andrea Caso, deputato maranese in forza all’ala governista dei 5 Stelle e altri esponenti dei dem, tra cui l’ex assessore di Marano Matteo Morra. I tre sarebbero interessati (e si sarebbero in alcuni casi annusati) per un progetto da esportare anche a Marano e Villaricca.

Se cade Zingaretti, è probabile che lo schemino – che tanto piace anche al segretario provinciale dei dem Sarracino – vada a farsi benedire. I due partiti sono antitetici, anche se negli ultimi mesi – per esigenza di poltrona – si sono giocoforza avvicinati. La giocata Pd-5 Stelle non è vista di buon occhio da tanti: dai deluchiani in primis ma anche dagli attivisti storici del 5 Stelle, i cosiddetti duri e puri che contestano la linea di Di Maio, Crimi e di Beppe Grillo.

© Copyright Fernando Bocchetti, Riproduzione Riservata. Scritto per: TERRANOSTRA | NEWS
  • Fascinated
  • Happy
  • Sad
  • Angry
  • Bored
  • Afraid

Commenti

ads03