Bacoli, il sindaco: “Ho un sogno: portare l’Università a Villa Ferretti, bene confiscato alla camorra”

0
599 Visite

Oggi, dopo dieci anni, sono tornato all’Università. Alla Federico II di Napoli, alla sede centrale. In via Mezzocannone. L’ultima volta ci entrai da giovanissimo studente, per discutere la tesi di laurea in Lettere e Filosofia. Ricordo ancora l’aula piena, l’emozione, la proclamazione. Oggi ci sono tornato da sindaco della terra in cui sono nato. Per realizzare un sogno. Portare l’Università Federico II a Bacoli. Aprire qui, nella nostra città, un corso di studi e approfondimento sull’Archeologia Subacquea. Portare qui gli studenti, la ricerca. E di farlo non in un luogo qualunque. Ma a Villa Ferretti, bene confiscato alla camorra, incastonato in una villa romana. Alle pendici del Castello Aragonese, sotto il Museo Archeologico dei Campi Flegrei. Sopra la città sommersa di Baie, e l’immenso patrimonio culturale che giace sotto i fondati di Bacoli. In un parco verde mozzafiato, in una villa ottocentesca affacciata sul mare. Sto riscontrando grande entusiasmo. Dal Rettore, alla Prefettura, al Ministero. È un sogno che sta diventando realtà. Sono tornato in Municipio con la certezza che realizzeremo questo grande progetto. Portare l’Università a Bacoli. Perché non può esistere alcun roseo futuro, senza la più importante delle rivoluzioni da compiere. Quella culturale. Ci riusciremo, insieme. Un passo alla volta. Così il sindaco di Bacoli Josi Gerardo Della Ragione.

© Copyright redazione, Riproduzione Riservata. Scritto per: TERRANOSTRA | NEWS
  • Fascinated
  • Happy
  • Sad
  • Angry
  • Bored
  • Afraid

Commenti

ads03