Lutto a Mugnano, è scomparso il professor Alfio Fabris. Legò il suo nome ad importanti scoperte archeologiche

0
965 Visite

Si è spento all’età di 85 anni il professor Alfio Fabris (nella foto a sinistra), originario di Serra Riccò, piccolo comune dell’entroterra ligure, che ha legato il suo nome alla valorizzazione del patrimonio archeologico e artistico della città di Mugnano, comune in cui è vissuto fino alla sua scomparsa avvenuta nella giornata di ieri. Fabris è stato allievo, negli anni Cinquanta, del celebre archeologo Mario Napoli.

Per oltre quarant’anni ha ricoperto il ruolo di docente di Disegno e Storia dell’Arte, concludendo la propri carriera presso la Scuola Media Statale «Filippo Illuminato» di Mugnano. Assieme al figlio Davide, archeologo e giornalista, è stato autore dell’importante scoperta di un complesso archeologico in contrada Paparelle, a Mugnano, nel 1998, e fu tra i promotori del «Museo Ipogeo» non ancora ultimato. Nel corso degli scavi per la costruzione della Scuola Media Statale “Filippo Illuminato”, anche con la collaborazione dell’Archeoclub del compianto professo Carlo Palermo, furono rinvenute circa 60 sepolture, tombe in blocchi di tufo o a “cassa” e altre “alla cappuccina”. Il 3 aprile del 1998 vennero alla luce fondamenta in muratura; l’intero scavo sembra risalire alla prima età ellenistica, fine IV-III secolo a.C.

 

 

© Copyright redazione, Riproduzione Riservata. Scritto per: TERRANOSTRA | NEWS

  • Fascinated
  • Happy
  • Sad
  • Angry
  • Bored
  • Afraid

Commenti

ads03