La ricetta del giorno. Le saporite fortune di Natale: gli struffoli

0
2.508 Visite

Non possono mancare sulla tavola di Natale gli struffoli, dolce tipico napoletano: piccole palline di pasta dolce che vengono fritta e poi condite con miele e decorate con confettini colorati e frutta candita. L’origine storica di questo dolce risale agli antichi greci che pare li abbiano esportati presso il Golfo di Napoli ai tempi dell’arcaica Partenope. Sembra che proprio dal greco abbia origine il nome struffoli: strongoulus significa appunto forma arrotondata. Ma il nome potrebbe anche derivare da strofinare, che è il gesto compiuto da chi lavora lo struffolo, arrotolando in piccoli e lunghi cilindri la pasta e tagliandola in pezzetti tutti della stessa dimensione. Questo dolce ha una diffusione in tutta l’Italia Meridionale e per l’aspetto di piccole perle dorate che hanno gli struffoli, si regalano in segno di augurio di fortuna e di abbondanza.

Questa è la ricetta di famiglia.

Ingredienti:

500 gr. di farina

50 gr di burro

150 gr di zucchero

1 pizzico di sale

1 bicchierino di liquore

1 confezione di frutta candita e 1 di confettini di zucchero colorati

Preparazione

In una grossa ciotola si dispone a fontana la farina e al centro tutti gli ingredienti. Si lavora la pasta fino a formare una palla soda e tesa e si lascia riposare a temperatura ambiente per circa 1 ora. Si colloca la pasta sul piano di lavoro, si impasta ancora un po’ e si taglia in pezzi; con ognuno di essi si forma un cilindro del diametro di circa mezzo centimetro o anche più grande. Si gettano i dolcetti in olio bollente facendoli rigirare velocemente e togliendoli appena imbionditi. Si dispongono su carta assorbente e si mettono a raffreddare. Frattanto si prepara una crema con 1 o 2 bicchieri di acqua e 500 gr di miele, un po’ di liquore, posti n una pentola tanto grossa da contenere tutti gli struffoli fritti. Si lascia sobbollire per alcuni minuti il miele misto all’acqua, girando sempre. Infine si toglie dal fuoco, e quando la crema è ancora calda si mescola con gli struffoli fritti. Prima che il tutto si raffreddi si dispongono i dolci in forma circolare, a ciambella, su un piatto da portata e si cospargono di confettini e frutta candita.

© Copyright Emilia Pirozzi, Riproduzione Riservata. Scritto per: TERRANOSTRA | NEWS
  • Fascinated
  • Happy
  • Sad
  • Angry
  • Bored
  • Afraid

Commenti

ads03