Campi Flegrei, Musumeci fa ulteriore chiarezza: “In arrivo fondi per edifici, ma 80 mila persone sono su uno dei vulcani peggiori al mondo, fosse per me demolirei gli abusi”

0
1.704 Visite

“Io sarei per abbattere le costruzioni che potrebbero essere di pregiudizio per chi le abita e, naturalmente, tutte le abitazioni abusive che purtroppo sembrano essere presenti nelle prossimità della caldera. Non sappiamo ancora quante, ma stiamo valutando un censimento”. Lo ha annunciato, in audizione davanti alla commissione Ambiente della Camera, il ministro della Protezione civile Nello Musumeci, in relazione alla situazione di Campi Flegrei.

“In un paio di settimane il governo sarà nelle condizioni di poter varare il secondo provvedimento” per i Campi Flegrei ha annunciato Musumeci. Il ministro ha ricordato che in questi giorni l’esecutivo “sta quantificando le risorse necessarie, che saranno naturalmente distribuite su più annualità”. Gli interventi di consolidamento e rafforzamento degli edifici “richiederanno, si presume, dai tre ai sei anni”, ha detto Musumeci. L’esecutivo, inoltre, sta esaminando “l’ipotesi di aiutare o meno una famiglia che volesse delocalizzare a suo piacimento. Il governo in questo momento è orientato a scartare questa ipotesi”, ha comunicato il ministro. ”Nell’ambito della valutazione della vulnerabilità di edifici pubblici e privati, come previsto dal decreto legge 140, cento tecnici lavorano già da mesi divisi in 55 squadre, sono stati esaminati oltre 4mila edifici, 1.250 risultano a elevato rischio sismico, la parte rimanente viene considerata a medio rischio sismico”.

“Nei Campi flegrei 80mila persone vivono sedute su uno dei vulcani peggiori al mondo, ma nonostante questo non abbiamo mai parlato di evacuazione, abbiamo detto invece che se una famiglia avesse voluto spostarsi da lì il governo avrebbe predisposto degli aiuti, ma questa ipotesi al momento è stata messa da parte. Parlare di ritardo nell’azione di questo governo per i Campi flegrei mi sembra davvero una forzatura, quando per 42 anni non si è parlato del bradisismo”, ha detto ancora Musumeci. Ora, ha osservato, “l’importante è che tutti imparino a convivere con i rischi, al plurale, e non con un solo rischio”.

© Copyright redazione, Riproduzione Riservata. Scritto per: TerranostraNews
  • Fascinated
  • Happy
  • Sad
  • Angry
  • Bored
  • Afraid

Commenti