Asili nido sempre più cari e pochi posti: ci si affida ai nonni

0
436 Visite

Rette salate, orari poco flessibili e posti risicati: lasciare i propri figli all’asilo nido è ancora un lusso che poche famiglie possono permettersi. Per tutte le altre, spesso l’unica soluzione è fare affidamento sui nonni, per chi li ha. Altrimenti si è costretti a rinunciare al lavoro, una scelta che viene fatta dal 63% delle neomamme.

Per evitare che le donne siano costrette a scegliere tra lavoro e maternità, i due nodi principali da sciogliere sono la carenza di servizi per l’infanzia e i costi insostenibili. In soli due anni le cifre orarie sono cresciute in media dell’8,8%, raggiungendo dei costi insostenibili se confrontati ai redditi medi. Secondo l’indagine condotta da Altroconsumo sulle città di Milano, Roma, Torino, Firenze, Bologna, Genova, Napoli e Palermo, la retta media mensile per un asilo nido pubblico si aggira sui 500 euro per una famiglia con un Isee di 30 mila euro che abita a Milano e Torino, poco meno a Firenze. Un quinto dello stipendio, insomma, va via solo per l’asilo nido. A ciò si aggiunge il fatto che i posti sono carenti e che gli orari di apertura sono generalmente poco flessibili e spesso incompatibili con le esigenze lavorative dei genitori.

© Copyright redazione, Riproduzione Riservata. Scritto per: TerranostraNews
  • Fascinated
  • Happy
  • Sad
  • Angry
  • Bored
  • Afraid

Commenti