L’angolo del commercialista. Imposte: pagamento in rate mensili

0
545 Visite

I versamenti Irpef si potranno effettuare in rate mensili.
È quanto prevede la delega fiscale che ha avuto ieri il primo ok dall’Aula della
Camera e che ora passa all’esame del Senato.
Cambieranno quindi le norme vigenti, che prevedono di pagare il saldo annuale
Irpef e il primo acconto entro il 30 giugno, o entro il 30 luglio, con lo 0,40% in
più, e il secondo acconto entro il 30 novembre, in unica soluzione. Per il saldo e
per il primo acconto, è possibile eseguire i pagamenti in modo rateale, con
l’applicazione degli interessi nella misura del 4% annuo, fermo restando che
l’ultima rata dovrà essere pagata entro il 16 novembre per i titolari di partita Iva
ed entro il 30 novembre per i non titolari di partita Iva.
Con specifico riferimento alle modalità di versamento dell’Irpef dovuta dai
lavoratori autonomi, dagli imprenditori individuali e da tutti i contribuenti a cui si
applicano gli indici sintetici di affidabilità fiscale,(ISA) mantenendo l’attuale
sistema di calcolo del saldo e degli acconti anche previsionale, senza
penalizzazioni per i contribuenti rispetto alla normativa vigente, la legge prevede
una più equa distribuzione del carico fiscale nel corso del tempo, anche
attraverso un meccanismo di progressiva introduzione della periodicità mensile
degli acconti e dei saldi e l’eventuale riduzione della ritenuta d’acconto.
Ben vengano le semplificazioni e la opportunità di dilazionare i pagamenti fiscali.
Voglio far notare però, che già da tempo moltissimi professionisti hanno
effettuato piani rateali di pagamento delle imposte per venire in contro alle
esigenze dei propri clienti.

Dottor Michele Napolano

© Copyright redazione, Riproduzione Riservata. Scritto per: TERRANOSTRA | NEWS
  • Fascinated
  • Happy
  • Sad
  • Angry
  • Bored
  • Afraid

Commenti

ads03