“A scuola in sicurezza”. Il testo del documento operativo per la ripresa della didattica in presenza

0
911 Visite

Si pubblica parte del testo definitivo del documento operativo ex art. 1, comma 10, lett. s), del Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 3 dicembre scorso, approvato dal tavolo per la mobilità attivato in Prefettura in previsione della ripresa delle attività didattiche in presenza, il 7 gennaio prossimo, del 75% della popolazione scolastica degli istituti secondari superiori, e le relative slides esplicative.  Di seguito il quadro di sintesi della città di Napoli.

L’ A.N.M., gestore delle principali reti di T.P.L. nel Capoluogo, ha individuato linee e
snodi critici in vista della ripresa delle attività didattiche in presenza.
Per quanto concerne le linee ferrate metropolitane, in base ai dati storici, le stazioni
di maggior affluenza di passeggeri sono le stazioni di interscambio (Linea M1) Garibaldi,
Museo, Chiaiano e Piscinola. In relazione alla presenza di istituti scolastici nelle immediate
vicinanze, le stazioni ove si registra un maggior afflusso di studenti (in particolare nell’orario di uscita delle scuole13) sono le fermate Montedonzelli e Colli Aminei della Metropolitana Linea 1.
L’esperienza maturata nei mesi scorsi, con l’apertura delle scuole (prima decade di ottobre) e riduzione della capienza all‟80% della capacità, ha evidenziato un’elevata concentrazione della domanda nella fascia mattinale 7.00-9.00, con lunghe code agli accessi soprattutto nelle stazioni di interscambio (Garibaldi–Museo–Chiaiano–Piscinola).

I flussi giornalieri hanno raggiunto valori complessivi (circa 50-55.000 viaggiatori giorno)
pari a circa il 38% del trasportato nel periodo precovid.
Per quanto concerne le linee funicolari, per affluenza studentesca e non, si considera
come maggiormente critica la stazione di piazzetta Augusteo della Funicolare Centrale.
Posto che il servizio di funicolare è rigido, quindi non altrimenti implementabile, le
rilevazioni effettuate nella prima quindicina di ottobre con coefficiente all‟80% mostravano
un valore di riserva di circa il 15-20%, che verrà assorbito allorquando la distribuzione della
domanda dovesse ripresentarsi pari alla prima decade di ottobre 2020.
Per quanto concerne le linee su gomma, con le riaperture di gennaio, i maggiori
incrementi di domanda sono attesi su tre distinte tipologie di linee:
1) le direttrici urbane/suburbane che tipicamente sono interessate dalla domanda
casa/lavoro e casa scuola, vale a dire circa il 35% della domanda complessiva di
trasporto per lo più concentrata nella fascia 07:00-09:00 (linee R2 – 151 – 254 – 181 –
R6 – C21 – 165 – 196 – 201 – 612 – 633 – 182 – 184). Queste linee sono tutte
programmate con frequenze di punta comprese tra 15‟ e 20‟;
2) le linee che collegano quartieri periferici, non raggiunti o raggiunti solo parzialmente
da collegamenti su ferro, ai principali plessi scolastici e ad ulteriori poli attrattori di
domanda (linee S1, S2, S3, S4, S5, S6). Queste linee sono tutte programmate
ordinariamente con orari delle corse tali da assicurare maggiori frequenze nelle fasce
di affluenza scolastica in cui sono previste corse bis-tris;
3) le linee che costituiscono un‟alternativa di superficie al servizio metropolitano (180 –
R5 – 147 – 130 – 150 – 168 – C67 – 604 – 139), le cui frequenze variano tra 20‟ e 25‟.
L‟analisi svolta con riferimento all‟area della città di Napoli ha quindi consentito di
individuare i seguenti poli di interscambio modale a maggiore domanda di tipo studentesco
(hot spot):
– Piazza Garibaldi. Vera e propria centrale della città, dove convergono i collegamenti
ferroviari nazionali, regionali e della circumvesuviana e dove è possibile interscambiare con le linee metropolitane 1 e 2 e con le linee di superficie (151-R2-R5-175-116-191) verso le destinazioni cittadine e suburbane;
– Museo Nazionale (MANN). Polo di interscambio tra le linee 1 e 2 della metropolitana
e le linee su gomma dirette al centro (201), alla zona collinare (604-3M-C63-147-139-
168) e nella zona orientale (182-184);
– Piazzale Tecchio. Polo di interscambio tra le linee 2 della metropolitana, la linea
Cumana e i servizi su gomma diretti al polo universitario di M.S. Angelo (S1), a
Pianura (R6), nella zona del Vomero (181) e in quella di Chiaia (R7-151);
– Pianura. Polo generatore di domanda studentesca verso gli istituti di Fuorigrotta,
Bagnoli e Vomero; interscambio Circumflegrea – gomma A.N.M. (linee 612-633-R6);
– Paternum/Secondigliano. Polo generatore di domanda studentesca verso gli istituti di
via Don Bosco e piazza Carlo III (linee 182-184);
– Chiaiano. Porta nord della città e polo di interscambio tra linee suburbane e trasporto
privato con la linea metropolitana 1;
– Piscinola. Polo di accesso alla rete metropolitana di linea 1 sia del quartiere
Scampia/Piscinola che dei Comuni dell‟area Nord (Arzano);
– Colli Aminei/Cardarelli. Polo di interscambio tra la linea 1 della metropolitana e i
collegamenti su gomma diretti nell‟area nord della città (143-162-165).
Per quanto concerne i flussi di studenti provenienti da altri comuni dell‟Area metropolitana e diretti verso il Capoluogo, desunti dall’analisi dei dati sugli abbonamenti gratuiti forniti
dal Consorzio UNICO Campania, infine, emergono due principali direttrici.
1) Verso Napoli da Area Flegrea (comuni di Bacoli, Monte di Procida, Quarto,
Pozzuoli), tratta servita principalmente dalle linee ferrate E.A.V. Circumflegrea e
Circumvesuviana e dalla linea Metropolitana 2 (F.S.).
2) Verso Napoli da Area Nord di Napoli (principalmente comuni di Casalnuovo,
Mugnano, Marano di Napoli e Casoria), tratta servita principalmente dalle seguenti
linee:
 linea Napoli – Nola – Baiano e Napoli – Pomigliano – Acerra della
Circumvesuviana (EAV); linea A3N e A72 (CTP);
 linea M4N Qualiano – Marano – Napoli (CTP);
 linea 361 Marano – Chiaiano (CTP);
 linea 360 Mugnano di Napoli (CTP);
 Metropolitana linea 1 (ANM) verso Piscinola – fermata Chiaiano;
 linea Trenitalia per Casoria;
 linea 167 (ANM).

© Copyright redazione, Riproduzione Riservata. Scritto per: TerranostraNews
  • Fascinated
  • Happy
  • Sad
  • Angry
  • Bored
  • Afraid

Commenti