Marano, l’assessore De Nigris risponde ai consiglieri di opposizione: “La mia delibera serve a fare chiarezza, non è un atto ad personam”

0
527 Visite
Immediata la replica dell’assessore all’avvocatura De Nigris, chiamata in causa da due consiglieri di opposizione sul caso di un avvocato convenzionato con il Comune che – secondo quanto dichiarato dai consiglieri Giaccio e Moio – richiederebbero ai giudici onorari con attribuzione oltre quanto già fissato dalla convenzione stipulata con il municipio.
“Sono francamente indignata – replica l’esponente della giunta Visconti – La delibera da me proposta e approvata in giunta non è un atto ad personam, ma serve bensì a disciplinare e regolamentare i rapporti con tutti gli avvocati convenzionati con il Comune. Somme e onorari che i giudici dispongono in favore di un avvocato non possono essere percepiti da altri soggetti e, nel caso di specie, dal Comune. Si tratterebbe di un illegittimo arricchimento. Noi riconosciamo ai nostri avvocati il diritto di percepire le somme che i giudici destinano per il loro operato. I legali dell’ente, tuttavia, devono comunicarci quando ciò avviene. Il Comune, attraverso una serie di valutazioni sulle cause intraprese (durata e importanza del procedimento, ndr), sottrae in seguito percentualmente alcune somme da quelle previste in convenzione. Mi chiedo come mai i consiglieri di minoranza non abbiano denunciato gli abusi perpetrati in passato, specie quelli sostenuti per talune spese legali, francamente inusitate. Andrò avanti per la mia strada e denuncerò alla Corte dei conti tutti gli abusi che emergeranno. Sono convinta di agire per il bene del comune e della collettività. Non ho alcuna intenzione di dimettermi”.
© Copyright redazione, Riproduzione Riservata. Scritto per: TerranostraNews
  • Fascinated
  • Happy
  • Sad
  • Angry
  • Bored
  • Afraid

Commenti