Nuovi talenti crescono. E’ di Marano il campione italiano di Carving fruit, l’antica arte dell’intaglio thailandese

0
938 Visite

E’ di Marano e si chiama Domenico Savio Pezzella il nuovo campione italiano di Carving fruit (categoria D1-opere live), meglio noto come “Intaglio thailandese”. Domenico, 29 anni, si è laureato campione nazionale due giorni fa, nel corso di un importante evento che si è tenuto a Rimini. L’arte dell’intaglio thailandese ha antichissime origini e consiste nello scolpire vegetali, frutta o ortaggi con un piccolo coltello “thailandese” (da qui il nome di “intaglio thailandese”), ovvero decorazioni su ortaggi o vegetali, ma anche formaggi. Insomma tutto ciò che in natura si possa decorare con un semplice coltellino stiletto.

pezzo

Di seguito il racconto di Domenico. Gli inizi, la passione per la cucina e i suoi obiettivi futuri:

“Sono Domenico Savio Pezzella, ho 29 anni e vivo a Marano provincia di Napoli.
Lavoro come vice chef  in una villa per ricevimenti, “Villa Bianchina”, da qualche anno, ma mi sono sempre occupato della ristorazione, sin dall’età di 14 anni. Ho fatto molte esperienze lavorative. Ho lavorato in Sicilia e, precisamente, alle isole Eolie. Lì è partita la mia vera e propria formazione professionale. Io mi considero un “autodidatta” nel settore, sono sempre alla ricerca di nuove tecniche di cucina, innovazione dei piatti, allestimenti delle pietanze stesse e non solo. Infatti da qualche anno sto coltivando la mia passione per il Carving Fruit, comunemente chiamata anche intaglio thailandese
L’arte dell’intaglio thailandese è lontanissima nel tempo, dello scolpire vegetali, frutta o ortaggi, con un piccolo coltello “thailandese” (da cui effettivamente prende il nome di “intaglio thailandese”), ovvero decorazioni su ortaggio o vegetali, ma anche formaggi. Insomma, tutto ciò che in natura si possa decorare con un semplice coltellino stiletto.
Questa passione mi è nata quasi come una curiosità, la stessa che mi ha portato a conoscere Domenico Lucignano, medaglia d’oro mondiale di quest’arte. Mi sono affidato a lui per imparare e perfezionare questa disciplina. Col passare del tempo mi sono divertito a sviluppare varie decorazioni, soprattutto per allestimenti buffet per eventi. Nonostante il lavoro, ho sempre cercato di trovare del tempo per non perdere mai l’allenamento, considerando che ho ambizioni abbastanza alte.

Un giorno presi visione dei campionati della cucina italiana a Rimini e, tra le varie categorie, notai che c’era un concorso che riguardava proprio questa disciplina. Decisi di inscrivermi e provarci, era l’anno 2017. La competizione prevedeva due sezioni artistiche: D1 live e artistica D2 opere pronte. Ognuno di esse veniva valutata in base a punteggi che determinavano appunto un ordine crescente: diploma, medaglia di bronzo, medaglia argento oro e campione d’Italia nella disciplina. Decisi di partecipare ad entrambi. D1 Live Senior consiste in un’esibizione dal vivo e nel decorare in 3 ore un vegetale; D2 Opere pronte, invece, significa esibire delle opere già pronte preparate in precedenza ed allestite al padiglione fiera per l’esposizione.

In quell’occasione tornai a casa con un bronzo per D1 ed argento per D2. Da lì capii che era solo un punto di partenza e che avrei fatto ancora meglio.
Da questo titolo ottenuto venni contattato dal team Campania cuochi e invitato a farne parte. Con lo stesso team ho partecipato ai campionati della cucina Italiana 2018.
Arrivati in fiera il giorno 21 febbraio, per la categoria D2, preparo la mia esposizione. I giudici fanno il loro giro di valutazione per poi comunicare nel pomeriggio il risultato. Inizia la competizione D1 Live, io agitatissimo come non sono mai stato, inizio il mio lavoro: decori del tutto liberi, a propria immaginazione. Finalmente alle ore 18.00 iniziano con la premiazione dei titoli.

Ed eccomi qui: medaglia d’argento per categoria D2 e medaglia d’ORO per D1 live.
Ma non finisce qui, mi richiamano sul palco per assegnarmi un ulteriore premio, campione Assoluto della categoria. Alzo quella coppa al cielo quasi incredulo e dico a me  stesso: ce l’ho fatta. Ma sono già pronto per l’anno prossimo, ho ancora una sfida da conquistare in Italia e non solo. Mentre il team mi ha chiesto di partecipare anche ai campionati internazionali di Lussemburgo che si svolgeranno a novembre di quest’anno. Insomma   nuove esperienze nuovo traguardi da raggiungere”.

© Copyright redazione, Riproduzione Riservata. Scritto per: TERRANOSTRA | NEWS

  • Fascinated
  • Happy
  • Sad
  • Angry
  • Bored
  • Afraid

Commenti

ads03