Piano nazionale di evacuazione in caso di eruzione, i maranesi andranno in Liguria, i cittadini di Quarto in Toscana, i puteolani in Lombardia

0
410 Visite

Nuovo piano nazionale di emergenza dei Campi flegrei, ecco dove saranno trasferiti i cittadini in caso di eruzione vulcanica. Il Piano, redatto dalla Protezione Civile, ha lo scopo di gestire in sicurezza tutti gli aspetti, nelle diverse fasi di un’eventuale eruzione vulcanica, tra cui l’allontanamento della popolazione dalle zone ad alto rischio.

ECCO DOVE SARANNO TRASFERITI I CITTADINI.

Grazie alla disponibilità offerta dalle varie regioni, dietro garanzia di opportune compensazioni finanziarie a cui la Campania farebbe fronte attingendo nell’eventualità ad uno specifico capitolo di bilancio della Comunità Europea, sono stati decisi i seguenti “gemellaggi”: i cittadini di Pozzuoli saranno trasferiti in Lombardia, quelli di Marano in Liguria, quelli di Bacoli in Umbria e Marche, del Monte di Procida in Abruzzo e Molise, per Quarto la Toscana, per i residenti di Bagnoli il piano prevede l’esodo in Basilicata e Calabria, la comunità di Soccavo in Emilia Romagna, quella di Pianura in Puglia, per Chiaiano è previsto lo spostamento in Friuli Venezia Giulia, per Fuorigrotta nel Lazio, per il Vomero il Piemonte e la Valle d’Aosta, per l’Arenella il Veneto, per Posillipo la Sardegna, per Chiaia e San Ferdinando la Sicilia.

Non si conoscono ancora tutti i dettagli del piano (in quello del 2005 era previsto un passaggio intermedio in centri di accoglienza situati in regione) anche perché pare vi siano ancora diversi nodi da sciogliere, relativi alle modalità e alle vie di fuga, legati alle carenze infrastrutturali che interessano il territorio a cui si sta cercando di porre rimedio (un esempio è la bretella Tangenziale-Porto di Pozzuoli).

© Copyright Redazione, Riproduzione Riservata. Scritto per: TERRANOSTRA | NEWS
  • Fascinated
  • Happy
  • Sad
  • Angry
  • Bored
  • Afraid

Commenti

ads03