Immigrati, domande di lavoro e “mbroglie”: boom di richieste a Napoli e in provincia. A Marano diverse situazioni sospette

0
819 Visite

Click day, fenomeno in continuo aumento, a Napoli e non solo. Anche a Marano, almeno un paio di studi si starebbero e si sono prestati – come segnalatoci da diversi lettori – a tali pratiche illegali.

“Stiamo sul pezzo e non siamo preoccupati: abbiamo migliaia di uomini delle forze dell’ordine, abbiamo magistrati di altissimo livello e monitoriamo qualsiasi tipo di fenomeno”. Il procuratore di Napoli Nicola Gratteri ha risposto così a chi gli ha chiesto un commento sull’abnorme numero di domande, a Napoli, di nulla osta al lavoro per extracomunitari segnalato dalla premier Giorgia Meloni.

“Il fenomeno è monitorato e ci affidiamo alla magistratura affinché vengano subito individuati i responsabili”, è stato invece il commento del prefetto di Napoli, Michele Di Bari. “Oggi è giornata importante – ha anche detto il prefetto di Napoli – perché festeggiamo l’arma dei carabinieri, un’istituzione che tutela la legalità e contrasta ogni forma di illegalità”.

La presidente del Consiglio, l’altro ieri, ha anche fatto sapere di avere consegnato sulla vicenda un esposto al procuratore nazionale Antimafia, Giovanni Melillo. Napoli, in particolare, ha fatto tante domande di regolarizzazione quanto la somma di regioni come Veneto ed Emilia Romagna.
© Copyright redazione, Riproduzione Riservata. Scritto per: TerranostraNews
  • Fascinated
  • Happy
  • Sad
  • Angry
  • Bored
  • Afraid

Commenti