Cannes: ecco tutti i premi, delusione per Sorrentino

0
815 Visite

 «Anora», di Sean Baker, il film vincitore della Palma d’Oro del 77esimo Festival del Cinema di Cannes, uno dei più importanti della scena cinematografica mondiale.

Il film – come racconta qui Paolo Mereghetti – è «una simpatica commedia scritta dallo stesso regista che fa incontrare il figlio ventenne di un oligarca russo, Vanya (Mark Eydelshteyn), con una lap-dancer a pagamento, Anora detta Ani (Mikey Madison). Lei annusa il pollo da spennare e lui finisce per portarla a Las Vegas e sposarla anche. Scatenando l’ira dei genitori del ragazzo che incaricano tre scagnozzi pasticcioni per convincerli al divorzio. Abituati alle maniere forti i tre si trovano di fronte una giovane decisa a conservare i privilegi che si è conquistata ma si fanno scappare il marito russo, iniziando così una ricerca per la New York notturna che si porta dietro momenti di divertimento surreale. Niente di trascendentale, ma […] vedere il ritratto di una mamma-padrona che pensa di poter comandare tutti a bacchetta (Darya Ekmasova) o di un energumeno col cuore d’oro (Yura Borisov) strappa qualche sorriso».

Ecco tutti i altri premi:

– Ha vinto la Palma d’oro come Miglior film al Festival di Cannes «Anora» di Sean Baker

– Il premio per la Migliore sceneggiatura è stato vinto da «The Substance» di Coralie Fargeat.

– La Camera d’or per la migliore opera prima è stata vinta da «Armand» di Halfdan Ullmann Tondel.

– La Palma d’oro per il miglior cortometraggio è andata a «The Man Who Could Not Remain Silent» di Nebojsa Slijepcevic.

– Il premio per la migliore attrice è stato vinto da ben quattro interpreti a pari merito Adriana Paz, Zoe Saldana, Karla Sofia Gascon e Selena Gomez tutte per il film «Emilia Perez» di Jacques Audillard

– Il premio per il migliore attore è stato vinto da Jesse Plemons per «Kinds of kindness» di Yorgos Lanthimos.

– Il Premio speciale è stato vinto dal film «The seed of the sacred fig» di Mohammad Rasoulof

– Il premio per la migliore regia è andato a Miguel Gomes per «Grand tour»

– Il Premio della giuria è stato vinto da «Emilia Perez» di Jacques Audiard

– Il Grand Prix, il secondo per importanza, è stato vinto da «All we imagine as light» di Payal Kapadia

© Copyright redazione, Riproduzione Riservata. Scritto per: TerranostraNews
  • Fascinated
  • Happy
  • Sad
  • Angry
  • Bored
  • Afraid

Commenti