La voce dei cittadini. Al Vomero non solo le scale a Giuffré ma anche quelle a Murolo

0
253 Visite

“Oggi, 30 aprile, il vicesindaco e assessore alla toponomastica, Laura Lieto, sarà al Vomero, quartiere collinare partenopeo, per intitolare all’artista Aldo Giuffré, nell’anno nel quale cade il centenario della nascita di quest’ultimo, le scale che collegano via Gaetano Donizetti con via Luigia Sanfelice. L’occasione per chiedere all’assessore di attivarsi per il completamento di tutte le procedure per intitolare, in tempi rapidi a un altro grande artista, per altro vomerese, le scale di via Cimarosa, poste proprio dinanzi al palazzo dove si trova la casa natia, oggi sede della fondazione a lui intitolata, che però non risulta visitabile “. A tornare sulla questione è Gennaro Capodanno, presidente del Comitato Valori collinari, già presidente della  Circoscrizione Vomero, che da anni, per ultimo in occasione del recente anniversario della morte del noto cantautore, chitarrista, avvenuta il 13 marzo 2023, porta avanti la battaglia per l’intitolazione in questione.

 ” Peraltro – sottolinea Capodanno -, nel marzo del 2023, il Consiglio comunale di Napoli approvò un ordine del giorno per l’intitolazione delle suddette scale a Roberto Murolo ma, a distanza di più di un anno, tale intitolazione non è ancora avvenuta. Così come, rimanendo al Vomero, da tempo si aspetta che le scale che collegano via Luca Giordano con via Aniello Falcone vengano intitolare alla pittrice Artemisia Gentileschi “.

  ” Trovandosi al Vomero  – puntualizza Capodanno – , l’assessore Lieto, che ha anche la delega al decoro urbano, farebbe bene a farsi una passeggiata sia alle scale di via Cimarosa, che versano in pessime condizioni, con erbacce ma principalmente con transennamenti presenti da lungo tempo, per i dissesti in alcuni scalini che però non vengono riparati con la celerità necessaria e opportuna, anche perché frequentate dai numerosi turisti che arrivano al Vomero con la funicolare Centrale e che si recano a visitare le bellezze di San Martino, sia alle scale di via Aniello Falcone, dove sono in corso lavori di messa in sicurezza dei muri, iniziati il 3 aprile scorso, che dovrebbero terminare il 7 luglio prossimo, i quali lavori però procedono con estrema lentezza, dal momento che attualmente ancora non è stata completato neppure il primo dei quattro muri da risanare “.

 

            Con l’occasione Capodanno invita l’amministrazione comunale partenopea, segnatamente il sindaco di Napoli, Manfredi, ad adoperarsi, oltre che per le scale da intitolare, anche per l’attivazione di tutte le procedure necessarie affinché la casa natia di Roberto Murolo, posta al Vomero, in via Cimarosa, 25, le cui pareti, come si legge nelle cronache dell’epoca, parlano di musica e di cultura, che si auspica da tempo che fosse come la casa museo a Lisbona di Ferdinando Pessoa, il grande scrittore portoghese, diventi finalmente un museo accessibile ai visitatori.

 

© Copyright redazione, Riproduzione Riservata. Scritto per: TerranostraNews
  • Fascinated
  • Happy
  • Sad
  • Angry
  • Bored
  • Afraid

Commenti