Premierato, la Commissione del Senato approva l’emendamento sull’elezione diretta. Ecco cosa cambia

0
346 Visite

ça Commissione Affari costituzionali del Senato ha espresso un voto favorevole all’emendamento del governo all’articolo 3 del ddl Premierato. L’emendamento è quello relativo al cuore della riforma ossia l’elezione diretta del presidente del Consiglio e introduce il limite di due mandati consecutivi – della durata di 5 anni -, ad eccezione di un terzo nel caso in cui il premier non abbia ricoperto l’incarico per un periodo superiore ai sette anni e sei mesi nelle legislature precedenti, e l’eliminazione della soglia del 55% come premio di maggioranza.

Il disegno di legge costituzionale è stato sottoscritto dalla presidente del Consiglio Giorgia Meloni e dalla ministra per le riforme istituzionali e la semplificazione normativa Elisabetta Casellati, per l’elezione diretta del Presidente del Consiglio dei ministri. L’atto è denominato: “Modifiche agli articoli 59, 88, 92 e 94 della Costituzione per l’elezione diretta del Presidente del Consiglio dei ministri, il rafforzamento della stabilità del Governo e l’abolizione della nomina dei senatori a vita da parte del Presidente della Repubblica”.

Cosa cambia con la riforma costituzionale sul premierato

Di seguito una schematizzazione di quanto prevede il disegno di legge:

  • Elezione diretta del presidente del Consiglio che sarà in carica per 5 anni (con limite di due mandati consecutivi)
  • Costituzionalizzazione di un premio – su base nazionale – tale da “garantire” in ambedue le Camere una maggioranza dei seggi alle liste e ai candidati collegati al presidente del Consiglio
  • Scioglimento delle Camere da parte del presidente della Repubblica, qualora il presidente del Consiglio eletto non riesca a conseguire la fiducia parlamentare delle Camere o in caso di revoca della fiducia al premier eletto mediante mozione motivata
  • In caso di dimissioni del presidente del Consiglio, conferibilità dell’incarico di formare il Governo a parlamentare diverso che sia stato candidato in collegamento, per attuare i medesimi impegni programmatici ed indirizzo politico

 

 

© Copyright redazione, Riproduzione Riservata. Scritto per: TerranostraNews
  • Fascinated
  • Happy
  • Sad
  • Angry
  • Bored
  • Afraid

Commenti