Napoli, fine dei sogni. Ora bisogna portare a casa la qualificazione in Champions. Le pagelle

0
433 Visite

Fine della corsa scudetto, il Napoli perde con l’Inter e abdica. Le pagelle di ieri.

Meret: 4,5. La sassata di Calhanoglu è potente e precisa: forse Alex parte con un pizzico di ritardo, ma tutto sommato era imprendibile. Non è sereno e si vede in alcuni errori anche banali sulle pressioni nerazzurre. Il terzo gol dell’Inter è un disastro collettivo. Lui, comunque, resta un caso da risolvere. Così non si può andare avanti.

Di Lorenzo: 5. Inizia bene come tutta la squadra, tra affondi e ripiegamenti. Sulla lunga distanza è in affanno e la benzina è poca. Diversi errori per il capitano in fase di costruzione, qualche pasticcio di troppo in combinato disposto con Politano.

Rrahmani: 5 –. Nel primo tempo tiene bene posizione ed il ritmo in marcatura è quello giusto. Quando la squadra diventa lunga inizia a mostrare anche lui segni di cedimento. Dà poca sicurezza al reparto ed in netta involuzione. Anche con Ostigard fa fatica a trovare un’intesa.

Ostigard: 5. Due buone chiusure su Lautaro e Barella, ma quest’ultimo finisce per saltare anche lui nello slalom speciale che porta al secondo gol dell’Inter. Anche in occasione del gol di Thuram appare spaesato.

Natan: 4,5. Due buoni traversoni per Osimhen ed è l’unico aspetto da salvare in una serata storta e amara. Dumfries fa tutto quello che vuole. Nell’azione del gol di Barella è bravo a scalare, ma poi si fa saltare come un birillo anche lui. Dall’87′ Zerbin: sv.

Anguissa: 5,5. Prestazione dai due volti: discreto primo tempo tra lotta e qualità quando c’è da accompagnare l’azione; molto male nella ripresa. Dove non ci arriva con i polmoni, si allunga con l’anima, tuttavia risulta falloso e poco incisivo.

Lobotka: 5,5. Anche per lo slovacco un buon inizio di gara tra geometrie e legnate. Trattenuto platealmente da Lautaro che non gli permette di ripiegare nell’azione che porta al gol di Calhanoglu: rete da annullare. Col passare dei minuti si perde anche lui nelle trame degli ospiti. Dal 75’ Zielinski: 5 o sv. Un cambio che non produce effetti, il polacco non si vede molto.

Elmas: 6. Con Politano il migliore del Napoli nel primo tempo: è lui a scagliare una saetta col destro da fuori area chiamando Sommer al grande intervento. Dinamico, combattivo, poi il motore perde i giri e dopo una ammonizione Mazzarri lo toglie. Dal 75’ Lindstrom: 5,5. Un acquisto fino ad oggi quasi del tutto insignificante. Prova qualche giocata giusto per dare a sé stesso e agli altri la sensazione di esserci.

Politano: 6. Il migliore del Napoli nei primi 45’: una traversa, che ancora trema, e tante serpentine che mettono in imbarazzo gli avversari, ovvero Dimarco e Carlos Augusto. Poi da un suo errore nasce il gol del raddoppio interista. Dal 68’ Raspadori: 5,5 o sv. Un tiro da fuori e nulla più.

Kvaratskhelia: 5,5. Si allarga e si accentra e nella prima occasione firmata Elmas c’è il suo delizioso zampino. Svaria molto, si accende e si spegne in continuazione: così gli capitano diversi blackout. Sommer si supera su un suo diagonale. Forse meriterebbe 6, ma lui è Kvara… anzi, Kv-era, nuovo nome.

Osimhen: 5,5. E’ ancora il lontano parente del trascinatore dello scorso anno che teneva in ansia difese intere. Pochi scambi con i compagni, di buono un colpo di testa che sfiora il palo. Acerbi gli fa un fallo da rigore, Massa e il VAR fanno finta di nulla. Assurdo.

Mazzarri: 5,5. Ha poche responsabilità per questa sconfitta: se il Napoli parte benissimo e poi sistematicamente crolla nel secondo tempo, non può essere colpa sua. E poi i due clamorosi errori dell’arbitro Massa e del VAR hanno pesantemente influito. L’Inter nel complesso ha meritato di vincere, ma il primo gol andava annullato e c’era un rigore solare su Osimhen sullo 0-1. Direzione di gara indegna della Serie A, a Massa e al VAR meno di 0 (zero) in pagella. I primi 45′ minuti sono la base da cui ripartire, ma bisogna sistemare gli aspetti atletici e il presidente De Laurentiis deve intervenire sul mercato.

© Copyright redazione, Riproduzione Riservata. Scritto per: TerranostraNews
  • Fascinated
  • Happy
  • Sad
  • Angry
  • Bored
  • Afraid

Commenti