Ischia. Corruzione in atti giudiziari, assolto il Gip Capuano, De Siano e Orlacchio: il fatto non sussiste

0
904 Visite

In data odierna il Giudice per l’Udienza Preliminare presso il Tribunale di Roma dott.ssa Liso ha emesso sentenza di assoluzione perché il fatto non sussiste in ordine al reato di corruzione in atti giudiziari contestato nei confronti del dott. Alberto Capuano, di Michele De Siano e di Maurizio Orlacchio.

La vicenda era relativa ad un processo svoltosi presso il Tribunale di Ischia negli anni 2016-2017 a carico tra gli altri di Michele De Siano ed in cui l’Orlacchio aveva reso dichiarazioni come teste assistito.

La Pubblica Accusa sosteneva che il giudice dott. Capuano avrebbe emesso una sentenza favorevole all’imputato De Siano ed avrebbe altresì favorito il testimone Orlacchio non trasmettendo gli atti alla Procura per procedersi a suo carico il tutto in cambio di alcuni brevi soggiorni alberghieri.

La difesa ha dimostrato la totale infondatezza di tale contestazione per la quale il Pubblico Ministero aveva chiesto la condanna per Capuano ed Orlacchio alla pena di anni uno e mesi dieci di reclusione con la sospensione condizionale.

Il dott. Capuano è stato difeso dal professore Alfonso Furgiuele e dall’avvocato Alfredo Sorge; Michele De Siano e Maurizio Orlacchio dagli avvocati Angelo Nanni e Cristiano Rossetti.

I difensori del dott. Capuano manifestano la loro soddisfazione per l’esito del giudizio evidenziando che erano convinti dell’innocenza del loro assistito e, per tale motivo, hanno chiesto definirsi il processo con il rito abbreviato ed ancora in ragione del fatto che era questo l’unico addebito inerente l’esercizio delle funzioni giudiziarie mosso al giudice Capuano.

Le corruzioni ben 9 sono state tutte assolte. Resta in piedi solo “traffico di influenze”

© Copyright Redazione, Riproduzione Riservata. Scritto per: TerranostraNews
  • Fascinated
  • Happy
  • Sad
  • Angry
  • Bored
  • Afraid

Commenti