Marano, il centrodestra e il caso Giaccio. Santoro: “Ecco come sono andate le cose”

0
2.684 Visite
Dopo l’uscita di scena di Luigi De Biase, la cui candidatura mi fu proposta da Teresa Giaccio, io ed altri elementi del centrodestra eravamo d’accordo che la stessa potesse essere la candidata giusta. Dopo poco, però, iniziai a sentire altri componenti: erano contrari a tutto e spiegavano che anche se fossimo arrivati al ballottaggio, avremmo perso con chiunque.
Io provai a spiegare che l’unica persona che poteva ricoprire il ruolo di candidato sindaco era lei, la Giaccio, soprattutto perché aveva il l’appoggio dei provinciali. Provai a farli ragionare, ma erano ossessionati dall’idea che voleva solo fare il consigliere d’opposizione e in tal modo avrebbe mandato tutti e tutto alla deriva.
Ci rtrovammo in pochi, compreso io, la Frecciarulo e Licciardi. Mancava un mese alla presentazione delle liste e ancora non avevamo un candidato sindaco, poi vidi che anche internamente al suo partito non era più gradita e che la maggior parte di loro non si candidava per fare quello che avevano fatto nel 2018.
Infine venne proposta Barbara Schiattarella: la Giaccio era d’accordo solo perché lei ne sarebbe uscita eletta consigliere comunale poiché la sua lista sarebbe stata la più votata e lei prima della lista. Non me la sentii di proseguire perché la Schiattarella non conosceva le dinamiche della politica della città di Marano.
Francesco Santoro, neo consigliere comunale
© Copyright redazione, Riproduzione Riservata. Scritto per: TerranostraNews
  • Fascinated
  • Happy
  • Sad
  • Angry
  • Bored
  • Afraid

Commenti