Pozzuoli, inaugurato il nuovo centro di culto a Monteruscello

0
1.403 Visite

POZZUOLI – Dopo anni di attesa, è stato finalmente inaugurato il complesso di tre “Sale del
Regno” dei Testimoni di Geova in località Monterusciello. Il nuovo luogo di culto ospita i 1.600 Testimoni di Geova della zona ed è aperto a chiunque desideri assistere alle riunioni religiose. All’interno di ciascuno dei tre edifici sono stati realizzati un auditorium di circa 120 posti, aree di accoglienza, servizi igienici e locali tecnici. All’esterno, aree verdi e un ampio parcheggio che può ospitare fino a 500 auto.
I lavori di costruzione, iniziati prima della pandemia, sono stati appaltati a ditte costruttrici locali. Alcune lavorazioni, come gli impianti e le rifiniture, sono state invece realizzate da squadre di centinaia di volontari, sia locali che provenienti da varie parti d’Italia, che hanno messo a disposizione gratuitamente la propria professionalità e competenza, sia in qualità di maestranze specializzate che di operai generici. Il prof. ing. Roberto Gerundo, docente presso il dipartimento di ingegneria civile dell’Università degli studi di Salerno, che ha collaborato al progetto come assessore al Governo del Territorio del Comune di Pozzuoli (2012-2022), sottolinea il miglioramento dell’urbanizzazione locale di carattere religioso e culturale: “Questi nuovi servizi a carattere multireligioso, nello spirito costituzionale, vivacizzeranno le economie locali, rilanciando l’integrazione sociale. Di rilievo sono anche gli effetti della rigenerazione urbana del suolo che il Comune ha ceduto alla comunità dei Testimoni di Geova in uno stato di trentennale abbandono. Grande attenzione è stata posta alla sostenibilità ambientale, il tutto a costo zero per il Comune di Pozzuoli”.
“Siamo felici di consegnare alla Città di Pozzuoli questi nuovi edifici”, afferma Luca Ferraris, portavoce dei Testimoni di Geova della Campania. “Ogni Sala del Regno è un centro di
istruzione in cui si promuovono elevati valori morali che fanno bene a qualsiasi comunità. È un luogo dove si può trovare aiuto per mettere in pratica i saggi consigli della Bibbia nella vita di tutti i giorni e anche per affrontare i momenti difficili della vita. L’ambiente all’interno è accogliente e amichevole, e chi ha bisogno di conforto e assistenza spirituale si sentirà a proprio agio”. La costruzione delle tre Sale del Regno di Pozzuoli-Monterusciello è parte di un programma mondiale di costruzione di luoghi di culto autofinanziato dai fedeli stessi. Questo programma permette di costruire simili edifici anche in paesi poveri dove i fedeli non hanno le risorse economiche sufficienti. Per ulteriori informazioni visitate il sito ufficiale dei Testimoni di Geova,  jw.org. Cenni storici sui Testimoni di Geova a Pozzuoli. Nella storia del cristianesimo Pozzuoli ha un posto speciale. Secondo il racconto biblico, infatti, vi si formò una delle prime comunità cristiane del I secolo. La presenza dei Testimoni di Geova a Pozzuoli risale alla fine degli anni ’50, quando vi si stabilì una prima famiglia proveniente da
Bagnoli. A questa si unirono poco dopo dei puteolani di rientro dall’Egitto. Da allora la comunità dei Testimoni di Geova cominciò a crescere costantemente. Il 31 marzo 1968 i Testimoni tennero la prima riunione organizzata in un luogo di culto a Pozzuoli: all’epoca ogni settimana si riunivano circa 50/60 persone. Oggi, a distanza di 55 anni, nell’area flegrea si contano ben 14 congregazioni, con oltre 1.600 persone che si riuniscono nel nuovo complesso.

© Copyright redazione, Riproduzione Riservata. Scritto per: TerranostraNews
  • Fascinated
  • Happy
  • Sad
  • Angry
  • Bored
  • Afraid

Commenti