Scampia, seconda faida: 16 misure cautelari per i vertici dei clan Di Lauro, Amato-Pagano e Vinella Grassi

0
1.045 Visite

Per delega del Procuratore distrettuale della Repubblica di Napoli f.f., si comunica quanto segue.

Il 29 marzo 2023, in Napoli e presso le rispettive Case Circondariali ove alcuni tra loro sono detenuti, i Carabinieri del Nucleo Investigativo di Napoli hanno dato esecuzione ad una misura cautelare personale, emessa dal G.I.P. presso il Tribunale di Napoli su richiesta della locale Direzione Distrettuale Antimafia, a carico di 16 indagati (di cui 14 già detenuti), affiliati ai clan camorristici denominati DI LAURO, AMATO – PAGANO e VINELLA GRASSI, tutti operanti nei quartieri partenopei di Secondigliano e Scampia.
Le indagini, condotte dal citato Nucleo anche attraverso dettagliati riscontri a dichiarazioni di collaboratori di giustizia, hanno consentito di:
– confermare ulteriormente la riconducibilità della cosiddetta seconda faida di Scampia alla decisione degli esponenti del clan della Vinella Grassi di scindersi dal clan DI LAURO e confluire in quello AMATO – PAGANO (a sua volta formatosi sul finire del 2004 quando un gruppo di elementi di vertice del clan DI LAURO cosiddetti Scissionisti o Spagnoli, fuoriuscirono dal predetto, dando tra l’altro origine alla cosiddetta prima faida di Scampia che, protrattasi fino al 2005, causò circa 70 omicidi consumati) e ciò su istigazione degli stessi vertici degli AMATO PAGANO che determinarono, così, la c.d. girata della Vinella i cui affiliati vennero da allora in poi denominati I GIRATI;
– documentare l’inizio della seconda faida, che ebbe la sua prima manifestazione con l’omicidio di PICA Giuseppe, avvenuto il 14.3.2007, e si protrasse fino al 9 febbraio 2008 (omicidio FUSCO)
– raccogliere gravi indizi di colpevolezza a carico di autori e mandanti di ben otto omicidi commessi nel corso della predetta seconda faida (tra cui quelli che hanno dato inizio alla stessa) ed in particolare di quelli di:
. ​PICA Giuseppe, affiliato al clan DI LAURO, ucciso il 14.3.2007;
.​CARDILLO Francesco, affiliato al clan DI LAURO, ucciso il 14.3.2007;
.​DE LUCIA Lucio, affiliato al clan DI LAURO, ucciso il 21.3.2007;
.​DE VITALE Patrizio, da poco transitato nella compagine scissionista, ucciso il 31.5.2007;
.​GIANNINO Luigi, affiliato al clan della Vinella Grassi, ucciso il 13.6.2007;
.​FERRARA Salvatore, affiliato al clan DI LAURO, ucciso il 25.9.2007;
.​MAGNETTI Luigi, affiliato al clan della Vinella Grassi, ucciso il 25.9.2007;
.​FUSCO Carmine, affiliato al clan DI LAURO, ucciso il 9.2.2008.

Il provvedimento eseguito è una misura cautelare, disposta in sede di indagini preliminari, avverso cui sono ammessi mezzi di impugnazione, e i destinatari della stessa sono persone sottoposte alle indagini e quindi presunte innocenti fino a sentenza definitiva.

PERSONE COLPITE DAL PROVVEDIMENTO IN RELAZIONE AI DELITTI CONTESTATI:

– omicidio di PICA Giuseppe:

CALZONE Rito, nato a Napoli il 3.5.1974, detenuto;
NOTTURNO Enzo, nato a Napoli il 25.8.1977, detenuto;
PAGANO Carmine, nato a Napoli il 5.11.1984, detenuto;
PAGANO Cesare, nato a Napoli il 22.10.1969, detenuto;

© Copyright redazione, Riproduzione Riservata. Scritto per: TerranostraNews
  • Fascinated
  • Happy
  • Sad
  • Angry
  • Bored
  • Afraid

Commenti