Punti di vista. Schettino: “Il suicidio di Diana, la scuola cambi rotta”

0
1.283 Visite
Diana si suicida perché non aveva completato i suoi esami e questo era un peso troppo grande da portare. La sua vita, giovane, bella e con tanti sogni da realizzare, valeva meno dell’esame insormontabile di latino: questo è ciò che lei sentiva. Diana non è la prima e non sarà l’ultima vittima di un sistema che spesso mette spalle al muro gli allievi più fragili. Essi sono bombardati da messaggi che spingono al successo formativo ma esplicato attraverso criteri spesso errati: a scuola sono i voti, il confronto tra i compagni mentre all’Università è il tempo, finire in tempo. Occorrerebbe cambiare rotta e insegnare che la bravura non si evince da un ottimo al posto di una sufficienza, la bravura non si concretizza nel non ” andare fuori corso” ma in ciò che si interiorizza davvero dopo averlo studiato e in quello che si utilizza poi nel campo lavorativo. Ogni studente scrive le sue pagine di vita con i suoi risultati e i suoi tempi ma questa è solo una tappa per poi affacciarsi al mondo del lavoro con le giuste competenze e alla vita dove si è chiamati ad essere cittadini onesti consapevoli ma anche felici.
Prof.ssa Annamaria Schettino
© Copyright redazione, Riproduzione Riservata. Scritto per: TerranostraNews
  • Fascinated
  • Happy
  • Sad
  • Angry
  • Bored
  • Afraid

Commenti