Napoli, consiglio comunale: approvate delibere su cedole librarie e maestre

0
524 Visite

In Consiglio comunale approvate 8 delibere, in particolare sulle cedole librarie e sulla conferma dei contratti a termine delle maestre.

Approvata all’unanimità la delibera G.C. n. 378 con i poteri del Consiglio Comunale, avente ad oggetto l’adozione di variazioni al Bilancio di previsione 2022/2024, annualità 2022, per l’adeguamento degli stanziamenti di entrata e spesa per assicurare la fornitura parzialmente gratuita dei libri di testo per l’a.s. 2022/2023 agli studenti delle scuole secondarie in particolari condizioni economiche. Nella relazione l’assessora all’istruzione Maura Striano ha precisato che l’adeguamento di € 730.888 euro, portando la spesa a € 3.346.214 è dovuto al numero di richieste ricevute superiore alle attese. Abbiamo dovuto attingere a fondi accantonati per integrare le risorse per finanziare le cedole librarie. Il presidente della Commissione Istruzione Aniello Esposito (Partito Democratico) ha espresso soddisfazione per il lavoro svolto dalla commissione per assicurare agli studenti i libri di testo. Per Toti Lange (Misto) si tratta di dare riscontro a un diritto di cittadinanza, il diritto allo studio per le fasce più deboli. Ha chiesto però di modificare il modello gestionale, cercando di assicurare le cedole per l’inizio dell’anno scolastico e garantendo la possibilità di usufruire della cedola non solo attraverso le librerie. Iris Savastano (Forza Italia) ha annunciato il voto favorevole del suo gruppo ma ha ribadito la necessità di garantire le cedole vengano in tempo utile per l’inizio dell’anno scolastico. Per Maria Grazia vitelli (Partito Democratico) il ritardo è stato dovuto anche all’avvicendamento nell’assessorato ma, più in generale, l’amministrazione sta lavorando efficacemente, modificando strutturalmente il sistema delle cedole, ad esempio utilizzando bandi triennali.

Approvata a maggioranza con l’astensione del gruppo di Forza Italia e del consigliere Lange la Deliberazione di G.C. n. 347 avente ad oggetto la “Modifica al Piano triennale dei fabbisogni di personale 2022/2024”. L’assessora Maura Striano ha spiegato che la procedura concorsuale per l’assunzione delle maestre è in corso, e questo personale entrerà in servizio per il prossimo anno scolastico. Tuttavia, per assicurare l’avvio di questo anno scolastico, è necessario prevedere una variazione di bilancio per il prolungamento dei contratti a termine già in corso.

La delibera di G.C. n. 268 del 20/07/2022 di proposta al Consiglio riguarda il riconoscimento e il finanziamento del debito fuori bilancio per la messa in sicurezza della facciata galleria Umberto lato Toledo, ha spiegato l’assessore Pier Paolo Baretta, nelle more del contenzioso in atto con il condominio di piazzetta Matilde Serao numero 7 per la riqualificazione della facciata. Toti Lange (Misto) ha voluto ricordare che per la cattiva manutenzione della facciata della galleria ha causato un morto, Salvatore Giordano, un ragazzo di 14 anni, e ha chiesto di ricordarlo con un minuto di silenzio. Salvatore Guangi (Forza Italia) ha ricordato le battaglie dell’ex consigliere Vincenzo Moretto, invitando il consiglio a ripensare alla sua proposta di dedicare a Giordano una targa. Ha annunciato il voto contrario del gruppo chiedendo di procedere alla votazione con appello nominale. La delibera è stata approvata all’unanimità dei presenti. Al termine della votazione si è proceduto al minuto di silenzio in ricordo di Salvatore Giordano.

La delibera 321 di proposta al consiglio sul riconoscimento della spesa di € 72.268,83 per lavori di somma urgenza alle Rampe di Lamont Young e per opere di messa in sicurezza all’istituto comprensivo Viviani di via Manzoni è stata illustrata dall’assessora all’Urbanistica Laura Lieto. Iris Savastano (Forza Italia) ha ricordato come diverse strade a ridosso di via Manzoni sono in uno stato di abbandono a causa delle risorse limitate a disposizione delle Municipalità per interventi di manutenzione. La delibera è stata quindi approvata all’unanimità.

La delibera 322 sulla variazione di bilancio per realizzare la copertura finanziaria del 50 per cento degli interessi convenzionali con la società Romeo, precedente gestore del patrimonio immobiliare del Comune, in virtù della transazione giudiziale in corso. La somma a cui fa riferimento la delibera, ha spiegato l’assessore al Bilancio Baretta illustrando i contenuti dell’atto, ammonta a circa 2 milioni e 666 mila euro. Massimo Cilenti (Napoli Libera) ha ricordato la genesi della delibera, nata dalle conseguenze di una rivisitazione poco lucida dei contratti in essere. A fronte di una gestione a volte non soddisfacente, si è preferito pagare somme enormi in giudizio, non prevedendo poi una gestione alternativa migliore. Ha annunciato voto favorevole, rimarcando però la necessità di accertare le responsabilità delle scelte adottate negli anni precedenti. Salvatore Guangi (Forza Italia) ha lamentato la lunga scia di debiti lasciati al Comune dalla scelta di affidare anni fa a Romeo la gestione del patrimonio. Il voto sulla delibera sarà contrario, ha annunciato. Gennaro Esposito (Manfredi Sindaco) ha ricordato che la decisione di internalizzare la gestione del patrimonio immobiliare comunale nacque da un cattivo risultato dell’attività. Sicuramente, però, era mancato il controllo da parte degli uffici competenti sull’opera to di Romeo. Al di là della delibera di oggi, che sarà votata favorevolmente, va aperta una riflessione sulle scelte future che riguardano la gestione del patrimonio. La delibera 322 è stata approvata a maggioranza per appello nominale con 24 voti favorevoli, 3 contrari e 1 astenuto.

Approvata a maggioranza con l’astensione di Guangi e Lange la deliberazione di G.C. n. 333 per l’utilizzo di quote di avanzo vincolato per € 981.136,00, provenienti da esercizi precedenti, necessarie per garantire la realizzazione del sistema integrato di interventi e servizi sociali nell’area Infanzia e Adolescenza in particolari i centri per adolescenti.

Sulla delibera 336, l’assessora allo sport Emanuela Ferrante ha specificato che i lavori di messa in sicurezza, prescritti dal giudice in seguito alla morte di un operaio impegnato nei lavori di rifacimento del tetto, si sono già conclusi per un importo di € 187.631,33. Il prelievo dal fondo di riserva è stato motivato per l’assenza di un fondo per la manutenzione ordinaria degli impianti sportivi. Nel bilancio 2022 sono previste alcune somme, e siamo riusciti a raccogliere fondi, sia per la piscina che per la cittadella dello sport di Ponticelli sia per la galante di Scampia. Salvatore Guangi ha espresso il parere favorevole del gruppo sulla delibera e ha auspicato maggiore impegno sulle strutture sportive presenti nelle periferie.  La struttura comunque non è ancora fruibile, ha precisato Pasquale Esposito (Partito Democratico), chiedendo anche lui più attenzione per le strutture sportive periferiche e per le associazioni sportive che le gestiscono. Bene il finanziamento dei lavori di messa in sicurezza ma occorre un piano integrato di gestione degli impianti sportivi, ha sottolineato Gennaro Esposito. Ciro Boriello (M5S) ha invitato l’amministrazione a considerare gli impianti sportivi come parte integrante del patrimonio cittadino. Approvata a maggioranza con astensione di Lange e Palumbo.

La delibera 352 di variazione di bilancio per la somma di 19 milioni e 500 mila euro per coprire le spese della transazione con la società Pa.Co Costruzioni S.p.A. sui lavori alla facoltà di medicina di Scampia è stata illustrata dall’assessora Laura Lieto. Gennaro Esposito (Manfredi Sindaco) ha puntato il dito sulla leggerezza che spesso accompagna le valutazioni degli uffici rispetto ai lavori realizzati dai soggetti che appaltano lavori pubblici. La delibera è stata approvata a maggioranza con il voto contrario dei gruppi Forza Italia e Cambiamo e l’astensione del consigliere Lange.

© Copyright redazione, Riproduzione Riservata. Scritto per: TERRANOSTRA | NEWS
  • Fascinated
  • Happy
  • Sad
  • Angry
  • Bored
  • Afraid

Commenti

ads03