La satira (ma non troppo). Il nuovo ministro dell’Interno sciolga il Comune di Marano retto dai commissari. Cosa è stato fatto per sanare le numerose anomalie emerse un anno fa?

0
Matteo Piantedosi, capo gabinetto, durante la conferenza stampa al Viminale per illustrare i contenuti della direttiva Scuole sicure, Roma 05 Settembre 2018 ANSA / LUIGI MISTRULLI
2.902 Visite

C’è un nuovo governo, da oggi, e un nuovo ministro dell’Interno, l’avellinese Matteo Piantedosi (nella foto). A lui, in tanti, già si rivolgono per chiedere una “grazia”: sciolga subito il Comune di Marano, da un anno e diversi mesi guidato da tre commissari insediatisi dopo l’ennesimo scioglimento per camorra.

Il titolare del Viminale faccia uno strappo alla regola, visto che i motivi che avevano indotto il suo predecessore e gli ispettori prefettizi ad optare per lo scioglimento dell’ente non sono stati affrontati a dovere né tanto meno sono state risolte (ad oggi) gran parte delle problematiche emerse. Quali? Un breve riepilogo.

  1. Area Pip. Cosa è stato fatto per sanare le anomalie urbanistiche?
  2. Masseria del Galeota, struttura di proprietà comunale. Cosa è stato deciso per coloro che sono nelle case e non hanno mai ottenuto il benestare della giustizia amministrativa?
  3. Palazzina Polverino, di via Sant’Agostino, cosa è stato fatto sul fronte sgomberi?
  4. Ditta rifiuti rimasta al suo posto nonostante sia segnalata nella relazione dello scioglimento come una delle principali cause dello stesso. I commissari perché non hanno utilizzato le facoltà di legge previste per le revoche degli appalti così come accaduto nel comune di Sant’Antimo, anch’esso sciolto per mafia?
  5. Aziende interdette per mafia che continuano, di riffa o di raffa, ad operare sul territorio. Quali concreti risultati (a parte qualche sporadico blitz) sono stati ottenuti?
  6. Provvedimenti disciplinari ai dipendenti rinviati a giudizio nei processi. Quali determinazioni sono state assunte? Se ne parla sempre nella relazione che ha portato allo scioglimento del municipio.
  7. Beni confiscati gestiti, da anni, da associazioni che non li utilizzano. Nulla è stato fatto.
© Copyright Fernando Bocchetti, Riproduzione Riservata. Scritto per: TERRANOSTRA | NEWS
  • Fascinated
  • Happy
  • Sad
  • Angry
  • Bored
  • Afraid

Commenti

ads03