Elezioni, i Verdi alla fine si accordano con Letta. Giorgia Meloni (in perfetto inglese) parla a Fox News: “Potrei essere la prima donna a guidare il governo”

0
500 Visite

Ore 20.48 – C’è stato e si è da poco concluso un incontro tra il segretario del Pd Enrico Letta, Luigi Di Maio e Bruno Tabacci. Lo si apprende in ambienti parlamentari.

Ore 19.40 – «Non c’è alcun dubbio, ma sono venti giorni che stanno discutendo di queste cose. Noi siamo disponibili a discutere con chiunque voglia costruire il terzo polo». Così Matteo Renzi al Tg4 a proposito di aprire il dialogo con Azione nel caso in cui ci fosse un dietrofront di Carlo Calenda rispetto all’alleanza con il Pd.

Ore 19.30 – «Noi continuiamo a lavorare per una coalizione più larga e plurale. Vogliamo confermare l’accordo con Azione e Più Europa. E in serata il segretario Letta incontrerà Bonelli e Fratoianni. L’intenzione è chiudere entro domani tutto il quadro. Il tempo sta scadendo». È quanto fanno sapere fonti del Nazareno.

Ore 18.00 – «La Direzione nazionale ritiene, come già deciso dal Consiglio federale nazionale del 25 luglio, che l’unica alleanza che possa contrastare efficacemente la destra estrema in Italia sia quella, pur con tutte le differenze che sono note, di un fronte democratico a partire dal Pd. Per questo motivo la Direzione nazionale ritiene non percorribile un’alleanza con il M5S esprimendo, nel contempo, rammarico per il non raggiungimento di un accordo tecnico più ampio che includesse anche il M5S». È quanto scritto approvato dalla Direzione nazionale di Europa Verde-Verdi, che si è riunita questo pomeriggio

Ore 17.40 – Un incontro si è tenuto nel pomeriggio fra il segretario del Pd, Enrico Letta, il leader di Azione, Carlo Calenda, e Benedetto della Vedova, di Più Europa. È quanto viene confermano fonti di Azione.

Ore 17.00 – «I sondaggi dicono che nelle prossime elezioni Fdi, che è in testa, potrebbe vincere con la coalizione di centrodestra. In base alle regole che ci siamo dati, il primo partito può esprimere il premier. Io sono il leader di quel partito. Poi vediamo. Potrei essere la prima donna a guidare il governo nella storia d’Italia. Sarebbe per me un grande onore come lo è stato essere la prima donna a guidare un partito europeo, l’ECR». Lo dice la presidente di Fdi Giorgia Meloni in una intervista a Fox News.

Ore 15.30 – Nel programma del centrodestra ci sarà la posizione sullo scenario internazionale. «Assolutamente sì, per FdI è un elemento dirimente, particolarmente importante in questa fase, in cui non possiamo consentire che l’Italia possa tentennare», ha detto la leader di FdI a Studio aperto, su Italia 1: «È fondamentale per la nostra nazione dimostrare serietà, lealtà, uno standing alto, anche per poter meglio rivendicare i suoi interessi nello scacchiere internazionale, su una presenza diversa e maggiore nel Mediterraneo, sulle compensazioni legate alle sanzioni. La base per difendere il proprio interesse nazionale è dimostrarsi credibili».

Ore 15.03 – Serie di incontri via Zoom e in presenza per i vertici di Sinistra italiana che, in queste ore, riunisce segreteria nazionale, direzione e assemblea nazionale. Al centro il «profondo disagio» per le modalità dell’accordo fra Pd e Azione e le valutazioni sulle proposte del PD in merito al rapporto con l’alleanza rossoverde. È quanto viene riferito da fonti di Sinistra italiana. «Intanto, aspettiamo di capire cosa pensa il Pd delle dichiarazioni di Calenda che, di fatto, chiede di escluderci dalla coalizione». L’esito delle valutazioni di Si è atteso fra stasera e domani.

© Copyright redazione, Riproduzione Riservata. Scritto per: TERRANOSTRA | NEWS
  • Fascinated
  • Happy
  • Sad
  • Angry
  • Bored
  • Afraid

Commenti

ads03