Marano, alla Socrate-Mallardo le prime due ragazzine provenienti dall’Ucraina

0
2.195 Visite

All’istituto Socrate-Mallardo, scuola d’eccellenza del territorio a nord di Napoli, stamani sono giunte le prime 2 ragazzine provenienti dall’Ucraina, paese martoriato da giorni da una assurda guerra. Stamani le piccole Vasylchenko Yevhenia di 5 anni e la sorella Valeiia dì 12 anni in Italia con la mamma per sfuggire all’attacco della Russia che a suon di bombe e cannoni in una settimana e più di ostilità ha distrutto intere città e fatto centinaia di vittime soprattutto tra gli anziani e i bambini. Ad accogliere le bimbe ucraine il Dirigente Scolastico, Teresa Formichella (nella foto), sempre in prima linea quando si tratta di alleviare i dolori, i disagi dei più piccoli. E nell’augurare una tranquilla e amorosa permanenza nella nostra città e nella istituzione scolastica, la Preside si è lasciata andare a considerazioni dettate dal suo essere mamma e donna di scuola, asserendo che il delirio di guerra colpisce soprattutto i bambini che in pochi giorni si sono visti negare il diritto alla pace, ad avere una casa, allo studio, al gioco e soprattutto al sorridere nella spensieratezza della loro età in condivisione dell’amore dei propri familiari papà, fratelli e spesso della stessa mamma. Dramma nel quale si trovano le nostre giovani vite ucraine giunte in Italia con la mamma perché il papà medico è rimasto in Ucraina in ospedale a curare le gravi ferite inferte da una guerra assurda che non vedrà né vinti né vincitori ma che lascerà un cumulo di macerie materiale e psicologiche che vedono e vedranno vittime soprattutto i più piccoli. Alle nuove allieve ucraine della Socrate-Mallardo va il benvenuto dell’intera comunità scolastica maranese e della collettività tutta della Città di Marano.

Michele Izzo

© Copyright redazione, Riproduzione Riservata. Scritto per: TERRANOSTRA | NEWS
  • Fascinated
  • Happy
  • Sad
  • Angry
  • Bored
  • Afraid

Commenti

ads03