Violenza sulle donne, al Falcone di Pozzuoli il confronto tra docenti e allievi

0
305 Visite

Giornata internazionale contro la violenza sulle donne: sono ancora tanti i retaggi culturali che vedono gli uomini padroni, impositori di regole e spesso depositari di un’autorevolezza che vieta, offende e procura lividi.

Sovente, quando nelle classi si aprono delle discussioni che hanno lo scopo di conoscere gli allievi per aiutarli in maniera efficace, si ascoltano ancora delle frasi del tipo: “ma lo schiaffo lo meritavo perchè è geloso, ci tiene a me”.

Di fronte a queste affermazioni, ci sembra doveroso parlare di certi argomenti e sensibilizzare sul tema della violenza per far comprendere che ogni essere umano, indipendentemente se uomo o donna, ha diritto di libertà e in questa libertà è inclusa la scelta libera di esprimersi, di scegliere un compagno o una compagna, di vestirsi e perfino di sbagliare.

All’Istituto Falcone di Pozzuoli oggi, docenti di lettere e di diritto hanno discusso del tema della violenza con gli allievi di molte classi mostrando dei cortometraggi e invitando a leggere dei brani per poi aprire delle discussioni nelle quali non sono mancati momenti di emozione.

Significativa l’affissione sulla sedia di ogni classe di un manifesto che indica “un posto occupato”: occupato dalla violenza che opprime, vieta e non permette di esprimersi.

Questo manifesto significativo è stato messo anche su una sedia della Presidenza in una delle tre sedi per simboleggiare che questo argomento appartiene a tutti e ognuno, a casa, con gli amici e a scuola deve fare la sua parte.

© Copyright redazione, Riproduzione Riservata. Scritto per: TERRANOSTRA | NEWS
  • Fascinated
  • Happy
  • Sad
  • Angry
  • Bored
  • Afraid

Commenti

ads03