Alimentazione sana, come preparare in casa lo yogurt senza yogurtiera

0
278 Visite

Lo yogurt è un alimento che dovrebbe essere presente in un corretto regime alimentare. È molto più digeribile del latte, equilibrato, saziante e ricco di calcio.
Produrre lo yogurt in proprio, denso, senza yogurtiera e senza fermenti lattici è semplice e divertente, ed economicamente è piuttosto vantaggioso. Con un litro di latte si produce circa un chilo di yogurt.

Una della caratteristiche più desiderate è la cremosità. Se utilizzate latte parzialmente scremato, lo yogurt verrà meno denso. Se volete produrre uno yogurt magro ma abbastanza denso, provate ad utilizzare un litro di latte intero e uno di latte parzialmente scremato. Otterrete uno yogurt con il 2,1-2,5% di grassi.

Lo yogurt fatto in casa avrà le calorie del latte di partenza. In realtà ne avrà un po’ di più, perché una parte dell’acqua evapora in cottura, “concentrando” le calorie, ma è un aumento trascurabile.
Quindi il nostro yogurt avrà le calorie del latte intero, del latte parzialmente scremato di quello totalmente scremato, a seconda del latte utilizzato.
Consigliamo di prepararlo con il latte intero, o eventualmente con un 50% di latte parzialmente scremato e un 50% di latte intero.
Lo yogurt autoprodotto è uno yogurt a tutti gli effetti, come quello che compriamo al supermercato: si conserva tranquillamente per 10 giorni e oltre.

Lo yogurt si presenterà come una massa omogenea, budinosa: è il cosiddetto yogurt a coagulo intero. Se volete ottenere uno yogurt omogeneo e cremoso, dovete rompere il coagulo, ovvero mescolare la massa con un cucchiaio fino a renderla omogenea.
Se lasciate il coagulo intero, tenderà a separarsi la scotta, un liquido biancastro. Rimuovendo questo liquido, otterrete uno yogurt sempre più denso, ma sempre più calorico (otterrete quindi una sorta di yogurt greco, ma con più carboidrati).
Migliore è la qualità del latte e migliore sarà quella dello yogurt. Tuttavia, bisogna considerare che il latte verrà notevolmente “maltrattato” dal punto di vista termico. Quindi un normale latte fresco (quindi non UHT) andrà benssimo. Si può tranquillamente usare il latte crudo in vendita nei distributori, anzi probabilmente questa è la miglior soluzione dal punto di vista del rapporto qualità/prezzo.

Strumenti necessari:

  • Un litro di latte
  • Una pentola di alluminio con coperchio
  • Mezzo vasetto di yogurt
  • Una coperta di pile.

Preparazione:

Mettete a bollire nella pentola un litro di latte e portatelo a ebollizione.
Spegnete il fuoco appena il latte comincia a salire.
Aspettate 10/15 minuti, finché sia possibile immergere un dito dentro il latte senza scottarsi.
A questo punto aggiungete mezzo barattolo di yogurt, mescolate bene con un mestolo di legno, coprite la pentola con il suo coperchio e avvolgetela nella coperta di pile. Lasciarla 12-16 ore a riposare.
A questo punto mescolate bene in modo da amalgamare il siero bianco che si è formato..
Lo yogurt è pronto per essere mangiato o conservato in barattoli di vetro in frigorifero.
Consigliamo di conservare in freezer un bicchierino da caffè dello yogurt autoprodotto, per poterlo utilizzare per la prossima preparazione.

Potete aggiungere allo yogurt della frutta fresca per preparare una colazione perfettamente equilibrata e saziante.

© Copyright redazione, Riproduzione Riservata. Scritto per: TERRANOSTRA | NEWS
  • Fascinated
  • Happy
  • Sad
  • Angry
  • Bored
  • Afraid

Commenti

ads03