Come verificare lo stato dei freni

0
235 Visite

I freni sono una componente importante della nostra auto. Senza la loro presenza, potremmo avviare la nostra vettura, ma sicuramente sarebbe più facile causare o essere coinvolti in incidenti stradali.

Verificarne quindi l’eventuale stato di usura è fondamentale per evitare brutti scenari.

Ma come fare per controllare i freni? È importante tener d’occhio due elementi fondamentali: le pastiglie e il liquido dei freni.

Vediamo insieme come.

Olio dei freni: quando sostituirlo?

Prima di tutto è importante controllare il liquido dei freni. Tra i programmi di manutenzione della propria vettura, rientra anche la sostituzione periodica del liquido dell’impianto frenante. Ma quando occorre cambiarlo?

Normalmente, le case automobilistiche designano la sostituzione del liquido dei freni ogni due anni. Altre ancora invece, si basano sul chilometraggio, indicando un intervallo di tempo che oscilla tra i 40 e gli 80 km. Va sottolineato però, che vi sono dei manuali in dotazione, in cui non viene indicato né l’intervallo biennale, né quello a km per la sostituzione del liquido.

Non solo: ci sono costruttori che, nel caso in cui si faccia un uso intenso dei freni o in climi particolarmente umidi, suggeriscono di sostituire l’olio una volta l’anno. Come se non bastasse, ci sono poi alcuni autoriparatori che vanno contro i propri interessi, in quanto trovano superflua la sostituzione dell’olio ogni due anni, perché lo considerano un periodo di tempo relativamente breve.

Il succo del discorso è che per tanti automobilistici inesperti, dovrebbero essere i riparatori ad informare e a consigliare il momento giusto per la sostituzione dell’olio dei freni.

Quali sono le ragioni tecniche per le quali è necessario eseguire la sostituzione dell’olio?

Non tutti sanno che il liquido dei freni tende ad assorbire molta umidità per la sua natura igroscopica. L’umidità che viene inglobata e trasformata in vapore acqueo comprimibile, diventando un problema soprattutto nel corso di frenate più energiche durante le quali il liquido, a contatto con i pistoncini delle pinze freni e il materiale di attrito, raggiunge temperature che vanno oltre i 200°C. Tutto ciò comporta un allungamento della corsa del pedale del freno e una conseguente diminuzione della frenata.

Ma non è l’unico problema che può essere causato dall’umidità.

Il liquido dei freni infatti, è composto anche da acqua che va ad ossidare le parti metalliche generando non solo la formazione della ruggine, ma tende a trattenere anche delle impurità in sospensione che possono andare a bloccare le valvole ABS.

I consigli per una buona riuscita della sostituzione dell’olio dei freni sono:

  • evitare di miscelare due liquidi differenti e quindi incompatibili;
  • evitare rabbocchi nel caso in cui il livello del liquido della vaschetta non è più al massimo;
  • seguire i consigli, in merito alle tempistiche sulla sostituzione dell’olio, suggerite dalla casa madre della propria auto;
  • evitare il fai da te, ma affidarsi sempre ad un’auto-officina specializzata.

Pastiglie freno: come e quando sostituirle

Anche le pastiglie dei freni devono essere sostituite periodicamente. Alcune sono dotate di un indicatore che segnalerà quando sarà il tempo di sostituirle.

Altri fattori che segnalano che è arrivato il momento di sostituire i freni sono:

  • usura, facile da avvertire per via di un fastidioso rumore stridulo al momento della frenata;
  • imbrattamento a causa dell’olio e accumulo di sporcizia, detriti e polvere che non consentono di frenare correttamente;
  • incollamento al disco del freno, a causa del quale il pedale non torna più alla sua posizione originaria.

In tutti questi casi indicati è opportuno procedere immediatamente con la sostituzione delle pastiglie.

Come cambiare le pastiglie dei freni a disco?

Occorre dire subito che in caso di guasto, le pastiglie non possono essere riparate: bisogna cambiarle prima possibile. Altro elemento da sottolineare, è che non vanno mai sostituite singolarmente, ma in coppia su un asse, e che infine i lavori di cambio vanno eseguiti a motore freddo.

Per quanto riguarda l’operazione di cambio, è opportuno dire come possa variare in base al modello della propria auto, ma anche alla tipologia di pastiglie, nel caso in cui si tratti di quelle posteriori o di quelle anteriori. In linea di massima però, la procedura che generalmente si esegue è la seguente:

  • Iniziare a svitare i dadi della ruota, posteriore o anteriore in base a dove dobbiamo intervenire, e sollevare la vettura con l’aiuto di un crick. Procedere quindi con la rimozione della ruota.
  • A questo punto è possibile rimuovere, prima il coperchio del serbatoio liquido dei freni, e poi le staffe di fissaggio.
  • Svitiamo i perni di guida della pinza, e nel caso in cui sulle pastiglie sia installato un sensore d’usura, procedere con la disconnessione del connettore.
  • Inserire un cacciavite per smontare le pastiglie. Una volta effettuato ciò, occorre pulire per bene la zona di installazione.
  • Fatto ciò, è possibile procedere con l’installazione delle nuove pastiglie, e concludere assembrando i pezzi in ordine inverso.

 

Informazioni sul liquido dei freni tratte da sicurauto.it

Informazioni sulle pastiglie dei freni tratta da tuttiautopezzi.it

 

 

 

 

 

 

 

© Copyright Redazione, Riproduzione Riservata. Scritto per: TERRANOSTRA | NEWS
  • Fascinated
  • Happy
  • Sad
  • Angry
  • Bored
  • Afraid

Commenti

ads03