Beni confiscati, due terreni e un lastrico solare affidati al Comune di Marano

0
2.891 Visite

Due terreni e un lastrico solare ubicati in via Soffritto, nella zona collinare di Marano. Pertinenze di beni (immobili) già assegnati al Comune di Marano tra il 2018 e il 2020. L’Agenzia Nazionale per i Beni Confiscati ha formalizzato la proposta di cessione all’ente cittadino, che nei giorni scorsi ha accettato mediante una delibera di giunta. Marano ha a disposizione un’infinità di case e terreni sottratti ai clan: da via Marano-Quarto a via Recca, da via Soffritto a via Marano-Pianura, da via San Rocco a via Del Mare e traverse adiacenti. Poche ville e case sono state effettivamente assegnate alle associazioni del terzo settore e riutilizzate per i fini sociali. La maggior parte dei beni resta inutilizzata e in pessime condizioni strutturali. I casi più eclatanti? La villa di via San Tommaso (nella foto), l’asilo nido mai sorto in piazzale Dalla Chiesa, le ville Simeoli di via Marano-Quarto, l’appartamento appartenuto a Del Core in via Recca.

© Copyright redazione, Riproduzione Riservata. Scritto per: TERRANOSTRA | NEWS
  • Fascinated
  • Happy
  • Sad
  • Angry
  • Bored
  • Afraid

Commenti

ads03