Sesso orale, se troppo potrebbe aumentare i rischi di cancro orofaringeo

0
1.533 Visite

Non è una novità che il sesso orale comporti dei rischi, in particolare quello di trasmettere l’HPV, il virus del papilloma umano, a sua volta collegato allo sviluppo di tumori alla gola. Ci sono stati casi di celebrità, da Michael Douglas a Bruce Dickinson, che hanno sostenuto come la pratica del cunnilingus sia stata responsabile del cancro che li aveva colpiti.

La scienza è concorde nel sostenere che il papillomavirus umano (HPV) è una delle principali cause di cancro alla gola e viene trasmesso sessualmente, in particolare proprio attraverso pratiche di sesso orale (cunnilingus e fellatio). Ma la scienza sta ancora studiando per capire quali sono i fattori di rischio. La ricerca si sta concentrando sull’età, la quantità e i tipi di comportamenti sessuali che influenzano il rischio e perché alcune persone sviluppano il cancro e altri no.

Stando alla scienza, l’HPV causa circa il 70% dei tumori orofaringei: tumori della parte posteriore della gola, della base della lingua e delle tonsille. Secondo i Centers for Disease Control and Prevention, ci sono circa 3.500 nuovi casi di tumori orofaringei associati all’HPV diagnosticati nelle donne e 16.200 negli uomini ogni anno negli Stati Uniti.

Esistono molti tipi di HPV, solo alcuni dei quali provocano il cancro. Oltre al cancro alla gola, l’HPV è una causa di tumori cervicali, vaginali, vulvari, penieni e anali. Possono essere necessari anni, anche decenni, dopo l’infezione prima che il cancro si sviluppi.
A tal proposito, la ricerca scientifica si sta concentrando sull’età, la quantità e i tipi di comportamenti sessuali che influenzano il rischio e perché alcune persone sviluppano il cancro e altri no.

© Copyright redazione, Riproduzione Riservata. Scritto per: TERRANOSTRA | NEWS
  • Fascinated
  • Happy
  • Sad
  • Angry
  • Bored
  • Afraid

Commenti

ads03