Coprifuoco, serata di tensioni e scontri anche a Roma

0
466 Visite

In trecento hanno messo a ferro e fuoco, ieri sera, il centro storico di Roma al corteo anti-coprifuoco. Da Piazza del Popolo fino a piazzale Flaminio e lungotevere delle Navi con fumogeni e lanci di petardi. Due gli agenti del Reparto mobile rimasti feriti negli scontri. Entrambi hanno riportato contusioni lievi, uno è stato portato in ospedale non in gravi condizioni. Sono stati almeno 10 i manifestanti fermati e portati in Questura per l’identificazione. Sarebbero tutti italiani e appartenenti a gruppi Ultras. Come annunciato dai manifestanti, emuli di quanti la notte scorsa hanno scatenato la guerriglia urbana a Napolila protesta contro il coprifuoco imposto nel tentativo di scongiurare l’epidemia da coronavirus ha preso tra sabato e domenica la piega peggiore. Gli agenti del Reparto Mobile hanno caricato in piazza del Popolo. Il corteo ha poi continuato a muoversi in direzione del lungotevere verso Palazzo Marina. Distrutte macchine e cassonetti. Il corteo anti-coprifuoco, annunciato con un tam tam sui social già nella giornata di sabato, si è sciolto a notte fonda domenica e la situazione è tornata alla normalità.

© Copyright redazione, Riproduzione Riservata. Scritto per: TERRANOSTRA | NEWS
  • Fascinated
  • Happy
  • Sad
  • Angry
  • Bored
  • Afraid

Commenti

ads03