Il sesso ai tempi del coronavirus. “Nell’intimità qualche rischio c’è”

0
959 Visite

E’ pandemia il coronavirus. L’annuncio dell’Oms, a ogni modo, non rimescola più di tanto le carte in tavola, considerando che la valutazione del rischio, finora, ha tenuto ben presente la possibilità che il Covid-19 arrivasse a tale rango. Va da sé che, in un contesto simile, le misure restrittive necessarie vadano a influire in modo sensibile sulla nostra quotidianità, posta di fronte a condizioni che, fin qui, erano state estromesse dal nostro vivere di tutti i giorni. Inevitabile che, in qualche modo, a risentirne possa essere la nostra sfera affettiva, anche sul piano dell’intimità. Poco chiaro finora se il Covid-19 sia trasmissibile anche sessualmente. Interessante però capire se la pandemia possa influire o meno sulle relazioni umane, anche a emergenza finita.
“Essendo un virus che si propaga per via aerea – spiegano gli esperti – attraverso le secrezioni, naturalmente tutto ciò che ha a che fare con l’intimità, quindi con la sessualità, può essere un veicolo che può aumentare o accentuare la diffusione del virus stesso. Quindi c’è più probabilità che possa diffondersi con un’intimità intesa in senso generale. Parliamo di un virus che si trasmette attraverso la salivazione, quindi le microparticelle che emettiamo quando parliamo, mi viene naturalmente pensare che, ancora di più, possono essere i liquidi biologici portatori del virus”.

© Copyright redazione, Riproduzione Riservata. Scritto per: TERRANOSTRA | NEWS
  • Fascinated
  • Happy
  • Sad
  • Angry
  • Bored
  • Afraid

Commenti