Marano, la Procura accende di nuovo i riflettori sull’ufficio tecnico comunale. Maxi acquisizione di atti. L’ente si avvia verso un altro scioglimento?

0
2.832 Visite

L’urbanistica, il mattone ancora una volta al centro delle attenzioni della Procura di Napoli. Stamani un maxi blitz dei carabinieri di Castello di Cisterna al Comune è andato in scena negli uffici comunali di Marano. I militari dell’Arma hanno acquisito un’enorme quantità di atti amministrativi, con particolare riferimento a tutto ciò che attiene al comparto urbanistico. Piano regolatore, pratiche edilizie, permessi, licenze e molto altro. I carabinieri stanno operando su delega della Direzione distrettuale antimafia di Napoli, che già nei mesi scorsi aveva fatto acquisire i faldoni relativi ai piani di lottizzazione edilizie ancora in itinere. Nell’indagine, coordinata dal pm Maria Di Mauro, sarebbero coinvolti diversi dipendenti comunali e politici del territorio. I risvolti dell’operazione saranno resi noti nei prossimi giorni o settimane, intanto non resta che evidenziare quello che già, a più riprese, abbiamo avuto modo di segnalare dalle pagine di questo portale. Di questo passo il Comune si avvia a un nuovo scioglimento per camorra.

© Copyright Fernando Bocchetti, Riproduzione Riservata. Scritto per: TERRANOSTRA | NEWS
  • Fascinated
  • Happy
  • Sad
  • Angry
  • Bored
  • Afraid

Commenti

ads03