L’80,7% degli italiani pratica il sesso orale

0
12.051 Visite

Di certo disinibiti e soddisfatti; video porno anche in coppia; parità di esperienze uomo – donna; più rapporti anche trasgressivi ed anche con più partner.

Ma vediamo nel dettaglio quanto emerge dal rapporto Censis – Bayer che è stato presentato giovedì in Senato a vent’anni dall’ultima indagine.

Da quanto emerge gli italiani dai 18 ai 40 rinunciano a ben poco e se nel precedente rapporto molti desideri restavano tali, oggi sono quasi tutti realizzati.

Una novità assoluta è che il sesso è ormai mediato dal porno che è diventata una fonte di imitazione, ma anche di ispirazione: lo guardano il 61,2% ed il 25% delle coppie.

Praticamente è diventato, specialmente nella versione online, uno strumento di massa, abbandonando la sfera del proibito e della cosa da evitare.

L’80,7% degli italiani pratica sesso orale, il 67% il reciproco autoerotismo; il 46,9% gradisce un linguaggio osceno durante il rapporto ed il 37,5% pratica abitudinariamente il sexting; il 33,1% pratica sesso anale; il 24,4% utilizza oggetti, cibi e bevande per giochi erotici; il 16,5% scatta foto; il 13,1% ha rapporti con più persone; il 12,5% pratica bondage o sadomasochismo.

L’indagine del Censis – Bayer ha coinvolto 1860 persone di età compresa tra i 18 ed i 40 anni, intervistate dal primo al 15 marzo di quest’anno.

Il direttore generale del Censis Massimiliano Valeri ha così commentato i dati: “ Si fa più sesso e in maniera più frequente, con più partner rispetto a quello che avevamo rilevato con un’analoga ricerca vent’anni fa”.

Consideriamo che quasi il 42% degli italiani lo fa almeno due o tre volte alla settimana ed è il 7% in più in vent’anni.

L’ 8,4% tutti i giorni.

In media i soggetti della fascia d’età presa in esame ha 1,8 rapporti sessuali a settimana, 8 al mese.

Il 48,6% ritiene di aver rapporti nella giusta misura, il 48% ne vorrebbe di più e solo il 3,4% di meno.

A prevalere è la genitalità rispetto all’amore.

Dal 1999 è raddoppiato il numero delle donne che separano il sesso dall’amore: la percentuale è passata dal 37,5% al 77,4%.

Ed è in crescita anche il corrispondente dato maschile: dal 61,9% al 81.8%.

La parità di genere ha cambiato anche il numero delle esperienze: oggi la media dei partner a 40 anni, è di 6,4 per le donne e di 7 per gli uomini, Nel 1999 il 50% delle donne a 40 aveva avuto un solo partner, dato che oggi è sceso al 39,6%.

Il cambiamento delle abitudini sessuali ha avuto una conseguenza negativa sulla statistica delle malattie sessualmente trasmettibili: Il 63,3% degli intervistati ha avuto rapporti sessuali non protetti e qui l’influenza del porno non favorisce certo l’uso dei contraccettivi.

Un’ultima curiosità statistica. La prima cosa che viene associata al sesso? La ricerca soggettiva del piacere per il 19,8%. L’amore per il 16,5%. La passione per il 16,2% e la complicità per il 13,9%.

© Copyright redazione, Riproduzione Riservata. Scritto per: TerranostraNews
  • Fascinated
  • Happy
  • Sad
  • Angry
  • Bored
  • Afraid

Commenti