Morto in un carcere di Londra l’italiano che uccise e mangiò il corpo di un poliziotto

0
762 Visite

E’ stato trovato morto in cella Stefano Brizzi, il 51enne di origine italiana che a dicembre era stato condannato all’ergastolo per aver ucciso un poliziotto dopo un incontro gay. Le autorità del penitenziario di Belmarsh, sud-est di Londra, non hanno precisato la causa del decesso, scoperto domenica mattina, limitandosi a riferire che è stata aperta un’inchiesta e che sarà eseguita un’autopsia. Secondo i media inglesi si è trattato di un suicidio. Brizzi, un dipendente dei servizi sociali trasferitosi a Londra dalla Scozia, al processo aveva detto di essere un satanista drogato e malato di Hiv.

Era stato condannato ad almeno 24 anni per l’omicidio del 59enne Gordon Semple, conosciuto attraverso la app per appuntamenti Grindr. Dopo averlo ucciso, ne aveva smembrato il corpo e aveva tentato di scioglierne i resti nell’acido, ispirandosi alla popolare serie tv americana «Breaking Bad». Si era parlato anche di cannibalismo. Lui però aveva sempre sostenuto che l’agente era morto durante un gioco erotico e lui aveva solo tentato di far sparire il cadavere

© Copyright redazione, Riproduzione Riservata. Scritto per: TERRANOSTRA | NEWS
  • Fascinated
  • Happy
  • Sad
  • Angry
  • Bored
  • Afraid

Commenti

ads03