Marano, l’ideona di Morra e di chi lo sostiene (anche in minoranza): la scuola in zona rossa dei Campi flegrei. Il caso di via Barco. Sarà possibile?

0
2.150 Visite

Tra un po’, come annunciato dal ministro Musumeci, potrebbe scattare il divieto di edificazione nelle zone rosse dei Campi flegrei. Marano ha buona porzione del territorio inserito in questa lista di zone “pericolose” sotto il profilo del rischio sismico. Tra queste, come comunicato dalla protezione civile locale, organo di sostegno della polizia municipale, a sua volta organo di staff del sindaco, c’è anche via Barco, la zona dove il sindaco Matteo Morra, solo poche settimane fa, mediante interviste rilasciate a giornalisti di fiducia ha annunciato di voler (in futuro e se riuscirà ad intercettare finanziamenti) la nuova scuola di San Rocco.

Per ora ci sono solo i fondi per gli espropri e i progetti, per un’area – lo ribadiamo – in cui a prescindere dalle decisioni del governo non si dovrebbe toccare (per precauzione) nemmeno un sasso. Una zona che, nel vecchio piano regolatore, attualmente ancora vigente, doveva tra l’altro accogliere il nuovo cimitero cittadino, lontano dal centro. Ma questa è un’altra storia e tutti sanno il motivo per cui si volle poi ampliare l’attuale camposanto, rivolgendo lo sguardo verso un’area lottizzata denominata C14. Cosa si voleva fare con quell’ampliamento è ben chiaro agli addetti ai lavori, ma non al cittadino comune.

Al netto della vicenda cimitero, resta sul tavolo la storia della scuola a San Rocco. Il sindaco e i consiglieri che ancora sostengono questa “ideona” credono che in via Barco, alla luce delle recenti dichiarazioni del ministro e di quanto sta accadendo, si possa costruire una scuola? Si potrà costruire una scuola in zona rossa? E’ la domanda che si pongono in tanti.

La verità, come abbiamo sempre scritto, è che a San Rocco non sarà realizzata alcuna scuola. La giunta Morra vuole cambiare l’attuale destinazione d’uso dell’immobile, per ora abusivo, che ospita parte dei ragazzi di San Rocco. Un nuovo contratto e nuovi soldi al titolare dell’edificio, che aveva ottenuto il benservito dai commissari. Contestualmente non sarà utilizzato il bene confiscato di via Puccini, Sime costruzioni, pure indicato dai vecchi commissari per l’accoglimento di ragazzi della materna di San Rocco. Tutto chiarissimo.

© Copyright redazione, Riproduzione Riservata. Scritto per: TerranostraNews
  • Fascinated
  • Happy
  • Sad
  • Angry
  • Bored
  • Afraid

Commenti