L’ANGOLO DELLA SATIRA. “MATTEO M’E’ FRAT A ME”, TRA SIMIOLI E IL SINDACO NON E’ MAI “FINITA” PER DAVVERO: I DUE SI FREQUENTANO ANCORA

0
2.184 Visite

Parafrasando una delle scene più iconiche del film di Totò in Miseria e Nobilità verrebbe da dire: “Matteo m’è frat a me”, ebbene sì, i due fratelli continuano a frequentarsi, alla luce del sole bisogna dirlo, nei bar più in voga del territorio, bisogna dirlo, e lo fanno con nonchalanche. Qualche consigliere comunale, poco conoscitore delle dinamiche locali, sosteneva che tra i due “l’amore” fosse finito e invece, tutto come prima o forse anche di più. Eduardo senza Matteo si sente “solo” e Matteo senza Eddy non può “fare” il sindaco.

A proposito di parafrasi. Scrivendo, scrivendo ci viene in mente anche un brano di un celebre cantante neomelodico: “Senz e te nun pozz stà pecchè tu m’apppartien…”. Insomma la situazione è questa, null’altro.

Il mio video

© Copyright Redazione, Riproduzione Riservata. Scritto per: TerranostraNews
  • Fascinated
  • Happy
  • Sad
  • Angry
  • Bored
  • Afraid

Commenti