Reddito di cittadinanza, il 31 dicembre stop definitivo: arriva l’assegno di inclusione

0
678 Visite

Sul Reddito di Cittadinanza sta calando definitivamente il sipario. Il governo di Giorgia Meloni ha dato fin da subito una stretta alla misura cavallo di battaglia del M5S, con i sette mesi di fruizione del sussidio come limite massimo per gli attivabili nel 2023 e la messa in campo di un nuovo strumento di politica attiva per il lavoro come.

  • Le famiglie che hanno ricevuto il reddito o la pensione di cittadinanza a ottobre sono state 819.425, in calo rispetto alle 847.844 registrate a settembre. Se poi si confronta il dato con la fine del 2022 si vede un calo drastico, al punto tale che non può non avere avuto effetti in qualche misura sull’occupazione.
  • A ottobre le persone coinvolte dal Rdc sono state in tutto 1.814.270. L’importo medio ricevuto per famiglia è stato pari a 561,61 euro, mentre  l’importo complessivo erogato dall’Inps nel mese ha toccato i 460 milioni (160 in meno  rispetto a dieci mesi prima).
  • Il 65,4% delle famiglie con il Reddito o la Pensione di cittadinanza a ottobre risiede al Sud (535.923 nuclei per 1.295.077 persone coinvolte e un  assegno medio nel mese di 597,85 euro).
  • Al Nord l’aiuto è andato a 168.497 famiglie per 298.928 persone interessate con un  assegno medio di 477,74 euro. Al Centro invece le famiglie coinvolte sono 115.005 per 220.265 persone e un assegno medio di 515,60  euro. Sono invece circa 300 mila gli occupabili che percepivano il reddito di cittadinanza e  che, a partire da questa estate, hanno ricevuto il fatidico sms dell’Inps che li avvisava della  fine del sussidio.
  • Sempre stando ai numeri dell’Inps, quella di Napoli si conferma la provincia con il numero maggiore di famiglie coinvolte dal Reddito di cittadinanza, con 120.018 nuclei raggiunti dal beneficio a ottobre e 325.377 persone interessate.
  • Qui l’importo medio erogato è risultato pari nell’ultimo mese di rilevazione a 650,74 euro. La Campania con oltre 183 mila famiglie supera i nuclei con il sussidio dell’intero Nord.
  • Le domande per il Supporto per la formazione per il lavoro, che dà diritto a un assegno di 350 euro nel mentre sono state oltre 110 mila.
  • A gennaio, poi, arriverà anche l’assegno di inclusione. Nei giorni scorsi l’Inps, con un messaggio, ha ricordato agli attuali beneficiari del Reddito di cittadinanza che il sussidio termina per tutti il 31 dicembre 2023, quindi anche in quei casi in cui le 18 mensilità di erogazione non sono ancora terminate.
© Copyright redazione, Riproduzione Riservata. Scritto per: TerranostraNews
  • Fascinated
  • Happy
  • Sad
  • Angry
  • Bored
  • Afraid

Commenti