Dubai, preso Vitagliano: riciclatore degli Amato-Pagano

0
671 Visite

Catturato ed estradato in Italia Gaetano Vitagliano, il 48enne napoletano che si era rifugiato a Dubai per sottrarsi a un’ordine di carcerazione emesso dalla Procura Generale di Roma perché condannato con sentenza definitiva alla pena di quattro anni e 10 mesi per riciclaggio e trasferimento fraudolento di valori.

Si nascondeva da un anno in un superattico di lusso nella esclusiva area di Dubai Marina, nella capita degli Emirati, per lungo tempo diventata un rifugio dorato di boss e criminali che lì si sentivano forti, al sicuro, imprendibili. Così non è più, e – grazie all’ennesima indagine della Polizia di Stato – oggi arriva la conferma che anche Dubai è terra che scotta per tante “primule rosse” della camorra, e non solo.

Le inchieste che hanno investito il 48enne di Scampia hanno dimostrato come Vitagliano fosse tra i principali riciclatori del denaro sporco provento dei traffici di droga ascrivibili al gruppo degli Amato-Pagano. Nel 2018 Vitagliano viene arrestato con altre 21 persone nell’ambito di un’inchiesta che portò anche al sequestro di 280 milioni di euro tra immobili (261), conti correnti e ben 54 società. Secondo le accuse iniziali i personaggi in odore di camorra riciclavano denaro attraverso i locali della movida romana, accuse ribadite anche da altra indagine della Finanza, con altri sequestri imponenti di capitali, quote societarie, beni mobili e immobili.

© Copyright redazione, Riproduzione Riservata. Scritto per: TERRANOSTRA | NEWS
  • Fascinated
  • Happy
  • Sad
  • Angry
  • Bored
  • Afraid

Commenti

ads03