Nuvola di gas metano sui cieli di Svezia e Norvegia. Missili su un convoglio, 23 morti

0
987 Visite

Ore 12:43 – Cremlino: i confini di Kherson e Zaporizhzhia sono da chiarire

La Russia «deve chiarire» i confini delle regioni ucraine di Kherson e Zaporizhzhia, che verranno annesse oggi con la firma a Mosca dei relativi trattati, insieme a quelle di Donetsk e Zaporizhzhia. Lo ha affermato il portavoce del Cremlino, Dmitry Peskov, citato dalla Tass.

Ore 12:22 – Forze Kiev avanzano verso Lyman nel Donetsk

Le forze militari di Kiev sono avanzate in modo decisivo verso Lyman, snodo cruciale nella regione di Donetsk che proprio oggi il Presidente russo Putin annetterà alla Federazione russa, insieme a quelle di Luhansk, Kherson e Zaporizhzhia. I militari ucraini hanno catturato diverse località a est della cittadina in cui si trova uno snodo ferroviario importante, come hanno ammesso i filorussi. «Intorno alla mezzanotte le forze ucraine sono riuscite a circondare Lyman», si legge sul blog militare filorusso Rybar. Anche il leader filorusso della regione, Denis Pushilin, che è a Mosca per la cerimonia della firma degli accordi di annessione, ha ammesso che Lyman è «semicircondata».

Ore 12:03 – Norvegia: pronti a chiudere il confine con la Russia

Il governo norvegese ha reso noto che sta rafforzando i controlli al confine con la Russia. «Se necessario, chiuderemo rapidamente il confine e i cambiamenti possono arrivare con breve preavviso», ha affermato la ministra della Giustizia e dell’Emergenza Emilie Enger Mehl. «La mobilitazione in Russia e un possibile divieto di viaggio per i cittadini russi aumentano il rischio di attraversamento illegale della frontiera sul confine norvegese-russo al di fuori del valico di frontiera di Storskog», afferma il governo di Oslo in una nota. Da oggi un elicottero della polizia con sensori opererà nel distretto di Finnmark.

Ore 11:57 – L’Olanda revoca la licenza per export a gasdotto TurkStream

South Stream Transport B.V., l’operatore russo del gasdotto offshore TurkStream, ha annunciato che i Paesi Bassi hanno revocato lo scorso 18 settembre la licenza per le esportazioni a seguito delle sanzioni Ue a Mosca. In una nota citata dalla Tass, la società ha precisato di aver già richiesto una nuova licenza e che nel frattempo l’infrastruttura continua a operare regolarmente. Il TurkStream, attraverso il Mar Nero, trasporta il gas russo in Turchia e successivamente in Europa.

Ore 11:49 – Cremlino: irresponsabile chi parla di escalation nucleare

«Coloro che parlano di un’escalation nucleare» in Ucraina «agiscono in modo irresponsabile». Lo ha detto il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov, citato dalla Tass, affermando che Mosca è quindi «contraria a parlare della questione».

Ore 11:33 – Media, grande nuvola di gas metano su Norvegia e Svezia da Nord Stream

Dopo le esplosioni nei gasdotti Nord Stream si è formata una nuvola di metano su Norvegia e Svezia. Lo riferisce la tv norvegese Nrk, aggiungendo che il 96% del gas nei due gasdotti era il potente gas serra metano. Il climatologo senior dell’Istituto norvegese per la ricerca sull’aria, Stephen Matthew Platt, ha calcolato sulla base delle misurazioni dell’osservatorio Birkenes ad Agder che le perdite hanno causato il rilascio di circa 40 mila tonnellate di metano, emissioni che corrispondono al doppio di quelle annuali dell’industria petrolifera e del gas in Norvegia. «Sono livelli record, non abbiamo mai visto niente di simile prima in Norvegia e Svezia», ha riferito Platt.

© Copyright redazione, Riproduzione Riservata. Scritto per: TERRANOSTRA | NEWS
  • Fascinated
  • Happy
  • Sad
  • Angry
  • Bored
  • Afraid

Commenti

ads03