La morte di Marcello Toscano, proseguono le indagini. Corpo ritrovato in un cespuglio all’interno della scuola. Smentita la notizia del fermo di un uomo

0
5.894 Visite

Nuove notizie sulla morte di Marcello Toscano, il docente di 64 anni di Mugnano ammazzato ieri nel cortile della scuola media dove insegnava a Melito.
Il figlio della vittima, Ciro, si è presentato in caserma a Mugnano alle ore 19.25 di ieri.
I carabinieri hanno raccolto la denuncia di scomparsa, avviando immediatamente le ricerche. Intorno alle 21.00/21.30 la figlia Ezia ha individuato la macchina del padre nei pressi della scuola e ha chiamato in caserma a Mugnano. I militari della stazione locale sono arrivati sul posto, hanno fatto aprire i cancelli dai custodi e sono entrati nel perimetro (DA SOLI). Hanno ispezionato tutti i locali, interni ed esterni. A trovare il corpo in un’aiuola – contrariamente a quanto riportato in un’agenzia delle 8:48 – i carabinieri. Il cugino giornalista, Marcello Curzio, parla di “fatto di gravità inaudita e lancia un appello al governo per la sicurezza di Napoli nord”. “L’ho visto poche settimane fa, era sereno – spiega – eravamo andati in Cilento e lui aveva intenzione di acquistare una casa. Quel che è accaduto è inspiegabile e assurdo”. Il corpo di Marcello Toscano è stato trovato in un cespuglio, all’interno del cortile della scuola, non lontano dal gabbiotto del custode. Una scia di sangue tutto intorno e ciò fa presupporre che abbia provato a scappare o che sia stato trascinato nel cespuglio. L’uomo avrebbe, prima dell’agguato, avrebbe inviato la sua posizione a una persona e lo avrebbe fatto con l’aiuto di un collega. Si battono tante piste, tra cui anche quella del delitto per motivi passionali o dovuto a una lite per questioni finanziarie.

SEGUONO AGGIORNAMENTI

© Copyright redazione, Riproduzione Riservata. Scritto per: TerranostraNews
  • Fascinated
  • Happy
  • Sad
  • Angry
  • Bored
  • Afraid

Commenti