Quattro napoletani nel Consiglio superiore della magistratura

0
631 Visite

Quattro giudici napoletani vanno al Csm. È il primo responso delle urne, dopo la seconda giornata di spoglio che ha riguardato il ruolo di giudicanti. Prevale il voto moderato, in linea con quanto sta avvenendo in tutto il Paese, almeno alla luce di quanto emerge dalla fredda analisi delle urne. In sintesi, ad essere eletti sono Eduardo Cilenti, giudice di Corte di appello della sezione Lavoro, che incassa 430 voti; ottiene uno scranno a Palazzo dei Marescialli anche Roberto D’Auria (giudice del dibattimento penale a Napoli, in quota Unicost, che ha ricevuto 357 voti; risultato positivo anche per Tullio Morello (244 voti), coordinatore del settore penale del Tribunale di Napoli, esponente di Area; e la collega giudice Mimma Miele (202), presidente di sezione di sezione in Corte di Appello a Napoli, espressione di Magistratura democratica.

© Copyright redazione, Riproduzione Riservata. Scritto per: TERRANOSTRA | NEWS
  • Fascinated
  • Happy
  • Sad
  • Angry
  • Bored
  • Afraid

Commenti

ads03